Come gestire le tue allergie primaverili

La primavera è bellissima, ma è anche un momento chiave dell’anno per le allergie stagionali. Quando le piante rilasciano polline, milioni di persone che soffrono di febbre da fieno e di rinite allergica iniziano a singhiozzare e a starnutire. Non c’è una cura precisa e adatta a tutti ma possiamo prendere provvedimenti per frenare le allergie primaverili.

come gestire le allergie primaverili e le allergie stagionali?Le cause delle allergie primaverili

Il principale elemento scatenante delle allergie primaverili è il polline. Alberi, erbe e piante rilasciano questi piccoli granelli nell’aria per fertilizzare altre piante. Quando entrano nel naso di chi è allergico, mandano in tilt le difese del corpo.

Il sistema immunitario vede erroneamente il polline come un pericolo e rilascia anticorpi che attaccano gli allergeni. Ciò porta al rilascio di sostanze chimiche nel sangue, chiamate istamine. Le istamine innescano il naso che cola, il prurito agli occhi e altri sintomi che sono familiari a chi soffre di allergie.

Il polline può viaggiare per chilometri, quindi non si tratta solo delle piante nel nostro vicinato.

I trigger includono:

Alberi

  • Ontano
  • Cenere
  • Pioppo tremulo
  • Faggio
  • Acero Americano
  • Cedro
  • Cipresso
  • Olmo
  • Carya
  • Ginepro
  • Acero
  • Gelso
  • Quercia
  • Ulivo
  • Palma
  • Pino
  • Pioppo
  • Sicomoro
  • Salice

Piante ed erbe infestanti:

  • Gramigna rossa
  • Festuca
  • Sorghetto
  • Frutteto
  • Segale perenne
  • Agrostide maggiore
  • Distichlis spicata
  • Paleo odoroso
  • Fleo

 

La quantità del polline tende ad essere particolarmente alta nei giorni ventilati quando il vento raccoglie questi granelli e li trasporta nell’aria. I giorni di pioggia, d’altra parte, lavano via gli allergeni.

Sintomi di allergie primaverili / allergie stagionali

Se si ha allergia al polline e si respira aria pesante, è possibile che si verifichino sintomi quali:

  • Starnuti
  • Congestione nasale
  • Naso che cola
  • Tosse
  • Occhi che lacrimano
  • Cerchi neri sotto gli occhi
  • Prurito alla gola e agli occhi
  • Respiro sibilante

 

Il polline può anche aggravare i sintomi dell’asma, tra cui la tosse e il respiro sibilante.

Diagnosi

Consulta sempre il tuo medico di fiducia. Potrebbe indirizzarti ad un allergologo per dei test. L’allergologo può sottoporti a un test cutaneo, che consiste nel punzecchiare la superficie della pelle con una piccola quantità di allergene (prick test) o iniettare un minuscolo campione di un allergene diluito sotto la pelle del braccio o della schiena. Se sei allergico alla sostanza, si formerà una piccola protuberanza rossa (chiamata wheal o alveare). Si può anche fare un esame del sangue.

Trattamenti allergici con e senza prescrizione

Ci sono molti farmaci che possono alleviare i sintomi delle allergie primaverili. Loro includono:

  • Gli antistaminici che diminuiscono gli starnuti, i fiuti e il prurito riducendo la quantità di istamina nel corpo.
  • I decongestionanti riducono i vasi sanguigni nei passaggi nasali per alleviare la congestione e il gonfiore.
  • Le combinazioni antistaminico / decongestionante danno l’effetto di entrambi i farmaci.

 

I spray nasali decongestionanti alleviano la congestione e possono aprire i passaggi nasali ostruiti più velocemente dei decongestionanti orali senza alcuni degli effetti collaterali.

Gli spray nasali steroidi facilitano l’infiammazione e sono il trattamento iniziale preferito. Si possono trovare:

  • Budesonide (principio attivo derivato dal cortisone).
  • Fluticasone (una molecola steroide di media potenza, un derivato dal cortisone, appartenente alla classe dei glucocorticoidi).
  • Triamcinolone (un corticosteroide, agisce prevenendo il rilascio di molecole che causano infiammazione).
  • Lo spray nasale al sodio Cromolyn può aiutare a prevenire la febbre da fieno bloccando il rilascio di istamina prima che possa innescare i sintomi dell’allergia.

 

Le gocce per gli occhi alleviano prurito e lacrimazione.

Anche se è possibile acquistare questi farmaci antiallergici senza prescrizione medica, è sempre meglio parlare prima con il medico per assicurarsi di scegliere il farmaco giusto. Alcuni antistaminici possono farti sentire assonnato, quindi fai attenzione se li assumi durante il giorno. Se hai bisogno di antistaminici e decongestionanti per più di qualche giorno, parla con il tuo medico.

L’immunoterapia aumenta gradualmente le dosi di allergene fino a quando il tuo corpo può gestirlo. Il trattamento può alleviare i sintomi più a lungo rispetto ad altri tipi di farmaci allergici. Anche se non funziona per tutti, può allontanare i sintomi di alcune persone per alcuni anni.

rimedi per le allergie primaverili - allergie stagionaliCi sono dei rimedi naturali per le allergie primaverili?

L’irrigazione nasale utilizza acqua calda, circa un quarto di cucchiaino di sale e un quarto di cucchiaino di bicarbonato di sodio per eliminare il muco e aprire i passaggi. Sarebbe meglio utilizzare acqua distillata, sterile o precedentemente bollita per compensare la soluzione. È inoltre importante risciacquare il dispositivo di irrigazione dopo ogni utilizzo e lasciare asciugare all’aria aperta.

Alti rimedi naturali:

Farfaraccio

Questa erba, che proviene da un arbusto europeo, mostra il potenziale per alleviare i sintomi di allergia stagionale. Alcuni studi mostrano che il farfaraccio – in particolare un estratto chiamato Ze 339 – funziona per attenuare i sintomi di allergia tanto quanto alcuni antistaminici.

Quercetina

Questo nutriente si trova nelle cipolle, nelle mele e nel tè nero. È stato dimostrato che può bloccare il rilascio di istamine.

Ortica

Anche se alcune persone usano foglie di ortica liofilizzate per trattare i sintomi di allergia, non c’è molta ricerca che riesca a dimostrare la sua efficacia.

Rivolgiti al tuo medico prima di iniziare l’assunzione di qualsiasi prodotto a base di erbe. Alcuni possono causare effetti collaterali o reagire con medicinali che già assumi.

5 suggerimenti per tenere l’ allergia al polline sotto controllo

  • Cerca di rimanere in casa ogni volta che la quantità di polline è molto alta. I conteggi di solito raggiungono il massimo al mattino.
  • Tieni le porte e le finestre chiuse durante i mesi primaverili per tenere lontani gli allergeni. Un purificatore d’aria può essere di aiuto.
  • Pulisci spesso i filtri dell’aria nella tua casa e in macchina. Inoltre, pulisci i scaffali, le prese d’aria e altri luoghi in cui viene raccolto il polline.
  • Lavati i capelli dopo essere uscito, perché l’allergene si può raccogliere lì.
  • Passa l’aspirapolvere due volte a settimana. Indossa una maschera mentre lo fai, perché l’aspirapolvere può sollevare pollini, muffe e polvere intrappolati nei tappeti.

Nota importante

È una buona idea vedere le previsioni della quantità di polline nell’aria, in particolare se prevedi di stare all’aperto per un lungo periodo di tempo. Se devi lavorare all’aperto o di tagliare erba ad esempio, una maschera antipolvere può aiutarti.

Anche se si prevede un numero elevato di pollini, non significa necessariamente che ne sarai influenzato. Esistono molti tipi di polline: da diversi tipi di alberi, piante e erbe infestanti. Di conseguenza, un numero elevato di pollini non indica sempre una forte concentrazione del polline specifico a cui sei allergico.

Può anche essere vero il contrario. La quantità di polline potrebbe essere bassa, ma potresti trovarti vicino al polline specifico che scatena le tue allergie.

Attraverso test, un allergologo può aiutarti a identificare il polline al quale sei allergico e indirizzarti meglio sulla modalità di trattare i tuoi sintomi.

 

 

Related Posts