Coppetta mestruale: per vivere il ciclo in piena libertà

La Coppetta Mestruale è un’ottima alternativa a tutti gli assorbenti igienici, interni ed esterni. E’ una coppetta morbida e trasparente fabbricata in silicone medico, atossica, anallergica ed anatomica. Consente di vivere il ciclo in piena libertà, può essere usata in ogni occasione, non si sente e non perde. Se la coppetta crea problemi o fastidi, è semplicemente messa male. Un consiglio per le donne può essere di rilassare la muscolatura, di respirare e di spostare la coppetta un po’ più in alto o in basso, così in modo che trovi la sua posizione naturale).

Differenza tra la coppetta mestruale e i soliti assorbenti

La coppetta assorbente a differenza degli assorbenti raccoglie e non assorbe. Questo la rende riutilizzabile, si svuota, si sciacqua e si rindossa. Il sangue raccolto rimane “vivo”, rosso e non si raggruma, inoltre, non venendo a contatto con l’aria, non si decompone e non ha un odore sgradevole. Per toglierla non si deve strappare dalla vagina tirando il cordino, ma accompagnarla verso l’uscita con le spinte della muscolatura pelvica.

Una donna perde in media un bicchiere di sangue a ciclo, la coppetta è quindi abbastanza capiente per ogni donna. Ci vorranno un paio di cicli per imparare a metterla e per capire ogni quanto svuotarla, questo varia ovviamente da donna a donna, una regola fondamentale è non tenerla indossata per più di 12 ore senza svuotarla. Si può indossare anche di notte, al mare, in piscina, non interferisce con spirale o anello anticoncezionale. Una volta finito il ciclo si sterilizza facendola bollire 5 minuti in acqua bollente per pulirla a fondo. Non va sterilizzata con sterilizzanti chimici tipo amuchina, perché possono creare irritazioni all’interno della vagina interagendo con la flora batterica.

Costi

Dal punto di vista pratico la coppetta mestruale ha un costo irrisorio se paragonata ai costi degli assorbenti igienici. La sua durata è garantita fino a 5 anni, ma io consiglio dopo 2 anni di buttarla e sostituirla. Ultimo, ma non di minore importanza, la coppetta ha un impatto ecologico praticamente nullo.

Di Sarah Baccenetti

Per info:
sarah_baccenetti @hotmail.com
348.566.16.69

Leggi gli altri articoli di Sarah Baccenetti QUI

 

Leave a Reply

*

*