Corso Yoga: Perché provare? Quando una pratica è utile?

corso yoga - quando una pratica è utile

Corso Yoga – spargiamo la voce!

Spesso mi trovo ad assistere a discussioni in cui un praticante di yoga, mosso sicuramente da ottime intenzioni e motivato dai risultati che ha ottenuto praticando, pubblicizza e cerca di convincere qualcuno a iscriversi a un corso yoga, come ha fatto lui.

Lo fa elencando una serie interminabile di benefici che ha provato sulla sua pelle e di cui è convinto potrà senz’altro beneficiare chiunque soltanto attraverso questa pratica.

E spesso mi capita anche di trovare in sala qualcuno che è stato convinto (a volte anche forzato) a partecipare a una classe, magari dalla propria compagna, o da un amico, a volte dal medico.
Premesso che trovo bello voler condividere qualcosa che ci fa stare bene. Capisco anche che sia normale voler coinvolgere una persona cara in qualcosa che facciamo regolarmente e che ci ha aiutato a sentirci meglio. Sono convinto però che, nella maggior parte dei casi, i benefici siano molto ridotti quando non sono le persone stesse a scegliere liberamente di entrare in un corso yoga.

Lo yoga trasforma solo se…

Non fraintendiamoci! Credo fortemente che lo yoga sia una disciplina magnifica, capace di arrivare in profondità, farci connettere con la nostra parte più saggia e trasformare il nostro corpo e la nostra mente nella loro versione migliore. Ma credo anche che la condizione di partenza di questo meraviglioso e magico processo sia la nostra volontà che ciò accada.

Dico sempre che questa pratica lavora da se. Sono stato testimone di tanti casi di persone che, entrate in un corso yoga mosse dalla voglia di rimettersi semplicemente in forma, tonificare i muscoli, oppure allungare la schiena, oppure “soltanto” calmarsi e imparare a respirare meglio, sono diventate poi praticanti assidui. In molti casi hanno voluto approfondire la materia e qualcuno addirittura diventare insegnante.

Non è la “motivazione” per cui inizi a praticare a far partire la trasformazione e innescare i benefici, ma il fatto che sia una propria scelta, la consapevolezza.

Praticare con consapevolezza

Quando cominciamo a praticare con consapevolezza diventiamo sempre più capaci di ascoltarci. Stabiliamo un rapporto con il proprio corpo. Impariamo a riconoscere i tranelli della mente e ad accorgerci dei propri pensieri. Diventiamo sempre più responsabili delle proprie azioni.

Se iniziamo a partecipare ad un corso yoga perché ci hanno detto che fa passare il mal di schiena, ma non rispettiamo i nostri limiti, non respiriamo, non pratichiamo con costanza e non ci chiediamo la motivazione di questo mal di schiena, probabilmente il dolore non passerà. Potrebbe leggermente attenuarsi, rimanere uguale o addirittura peggiorare.

Se un difetto posturale periodicamente mi blocca la schiena, per esempio, posso decidere di andare a farmi rimettere in piedi da un chiropratico ogni volta che accade (niente di sbagliato intendiamoci!). Oppure posso decidere di indagare sul mio errore posturale e iniziare a correggerlo.

Andando ancora più a fondo potrei arrivare a chiedermi perché cado in quella postura scorretta, cosa comporta anatomicamente il mio errore e scavando ancora più a fondo chiedermi cosa significa metafisicamente, cosa vuole dirmi il mio corpo.

Lo Yoga ci dà gli strumenti

Se ci si iscrive a un corso yoga con lo stesso spirito con cui si va da un chiropratico, con la richiesta cioè di far semplicemente passare un dolore, potrebbe non rivelarsi la scelta migliore. Non troverete un insegnante (un insegnante serio) che vi dica che senza dubbio il dolore passerà e tornerete a casa sani. Se invece a motivare l’inizio della propria pratica è la voglia di iniziare un percorso che permetta di raggiungere uno stato di salute psico-fisico ottimale e ci si dedica con impegno, passione e costanza, i benefici non tarderanno ad arrivare.

Lo yoga non è qualcosa a cui rivolgersi quando abbiamo bisogno di un aiuto immediato per risolvere un problema contingente, farlo passare e tornare al punto iniziale (ricominciando a ricreare probabilmente le condizioni che mi riporteranno nella stessa condizione).
Lo yoga è un attività che mette nelle nostre mani gli strumenti e le istruzioni per usarli. Ci aiuta a raggiungere e mantenere uno stato di benessere, unendo la mente (l’intenzione) e il corpo (l’azione) in una pratica che vi riconsegnerà il nostro potere personale.

 

Di Alex Fabbri

Yo Yoga Studio