Energia geotermica: l’energia della terra inesauribile ed ecologica!

La geotermia è la scienza che si occupa dello studio e dell’utilizzo del calore presente nella terra. Con il termine energia geotermica si indica quella parte del calore terrestre, che può essere estratto dal sottosuolo e sfruttato dall’uomo ed è considerata un’energia rinnovabile, in quanto inesauribile ed ecologica.

energia geotermica - energia della terra
L’utilizzo delle acque geotermiche risale a tempi antichissimi. Ma solo tra il diciassettesimo e il diciottesimo secolo furono costruiti in Europa numerosi stabilimenti termali, per la cura del corpo e dello spirito. L’uso energetico dei fluidi geotermici si svilupparono diversi anni dopo, quando furono scavate le prime miniere. Si scoprì che la temperatura del sottosuolo aumentava con la profondità. Nel 1913 fu costruito il primo impianto per la produzione di elettricità di origine geotermica. A partire dagli anni ’20 l’attività geotermica si diffuse anche in Giappone, Islanda e Ungheria e successivamente nel resto del mondo.

Il nostro paese e i suoi mari sono caratterizzati da almeno quattro grandi aree di calore sotterraneo

• Toscana, fortemente concentrata nelle zone di Pisa, Siena e Grosseto.
• Campi Flegrei, in Campania.
• Tirreno meridionale, ancora in parte poco conosciuta.
• Canale di Sicilia, nell’area del vulcano sottomarino Empedocle.

Negli ultimi anni, a causa della crescente esigenza di energia, si stanno rivalutando i benefici della geotermia ed essendo l’italia un paese geotermicamente caldo, si potrebbe ottenere l’indipendenza energetica della nazione, come in Islanda, che basa la sua esistenza sull’equilibrio tra la presenza di acqua calda in profondità e l’atmosfera esterna sotto zero. Un impianto geotermico consentirebbe un risparmio fino all’80% rispetto a un sistema tradizionale, è ecologico perché non emette CO2 ed ha quindi un basso impatto ambientale.

I principali utilizzi del calore naturale che proviene dal sottosuolo sono:

• La generazione di energia elettrica.
• Il teleriscaldamento.

Per produrre energia elettrica viene utilizzato il getto di vapore caldo che esce dalla terra e viene portato in centrale tramite tubi detti vapordotti. Il vapore è canalizzato alla turbina, la quale trasforma l’energia cinetica in energia meccanica. La turbina è collegata all’alternatore, che converte a sua volta l’energia meccanica in energia elettrica alternata, trasmessa poi al trasformatore, che innalza il vapore della tensione e la immette nella rete di distribuzione.

Il teleriscaldamento è un sistema che consente di distribuire calore ad una o più utenze attraverso una rete interrata di tubazioni all’interno delle quali scorre acqua calda, il cui calore è generato da una centrale geotermica. Attraverso strumenti detti scambiatori, si preleva il calore dalle rete di teleriscaldamento, per poi utilizzarlo per il riscaldamento degli ambienti o per produrre l’acqua calda sanitaria.

Pro e contro dell’ energia geotermica

Come tutte le fonti di energia, anche l’energia geotermica ha vantaggi e svantaggi. Un vantaggio piuttosto importante è l’assenza di emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. Inoltre i costi di manutenzione di una centrale geotermica sono molto più bassi di altre centrali. Uno degli svantaggi principali deriva dal fatto che gli impianti geotermici emettono odori piuttosto sgradevoli, dovuti alla presenza di idrogeno solforato. In ultimo c’è un altro aspetto negativo, soprattutto a livello paesaggistico. E’ l’impatto visivo dell’impianto che in molti casi altera il paesaggio in quanto è presente un intreccio di tubature che risulta antiestetico.

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR