Intervista al Dr. Spano: come eliminare le macchie sulla pelle e le macchie sul viso con il laser

Come eliminare le macchie sulla pelle e le macchie sul viso? Il Dr Spano risponde alle nostre domande.

Come eliminare le macchie sulla pelle - macchie sul viso: intervista dr spano
Dottor Spano, l’argomento della nostra intervista ruota intorno al problema delle scure macchie sulle pelle: sono sempre le donne, le vittime predilette?

Certamente no. Basta osservare quanti uomini anziani abbiano le mani coperte da una quantità variabile di macchie sulla pelle senili. La donna, però, subisce anche l’azione degli ormoni ipofisari (prolattina) e ovarici (estrogeni e progesterone).

Possiamo parlare di ereditarietà delle macchie sulla pelle?

È più corretto dire che esiste una predisposizione genetica, e comunque altri fattori influiscono sulla loro genesi…

Quali sono?

Esposizione prolungata al sole senza la necessaria protezione, gravidanza, ma anche uso della pillola anticoncezionale e lo stress. La causa scatenante è il sole, che con i raggi ultravioletti UV-A e UV-B penetra negli strati profondi della pelle causando macchie solari, invecchiamento e tumori.

Quindi le macchie sulla pelle compaiono nelle zone del corpo esposte al sole?

Soprattutto le macchie sul viso, collo, décolleté e dorso delle mani. Se la donna è in dolce attesa, allora la macchia a “mascherina” sul volto viene definita “cloasma gravidico”.

Il danno è anche psicologico, come reagiscono le persone che si presentano nel suo studio?

Posso dire che gli uomini sopportano meglio l’insorgere delle eventuali macchie senili e non ne fanno un dramma. Ma per le donne è diverso. Sono più attente all’aspetto esteriore, più sensibili ai cambiamenti, soprattutto quando le macchie compaiono in giovane età. La prevenzione è sempre il primo passo per attenuare l’azione dei radicali liberi e dei fattori che ho elencato prima.

Però non basta. Fortunatamente esistono dei rimedi: creme e trattamenti estetici possono eliminare le macchie sul viso?

Tutto dipende dall’origine, dal grado di diffusione, dalla loro forma e dimensione. È meglio, comunque, chiedere sempre consiglio al medico specialista prima di cominciare qualsiasi terapia. Questo per evitare di peggiorare la situazione o di sensibilizzare la zona trattata con creme e lozioni aggressive.

Lei utilizza diverse tipologie di laser per combattere le macchie sulla pelle. A chi consiglia la laser terapia?

Prima sottopongono la persona a una visita completa per stabilire il fototipo e il tipo di pelle, e chiedo se vengono assunti abitualmente medicinali per la cura di patologie particolari o croniche. Solo dopo un esame accurato posso suggerire l’intervento laser idoneo, da effettuare in ambulatorio senza degenza.

Con il laser non si scherza!

No, è uno strumento efficace e potente che solo il professionista può utilizzare ad elevate potenze. I laser usati nei centri estetici hanno una potenza inferiore.

A ogni macchia il suo tipo di laser?

Certo. Le macchie sulla pelle sono accumuli di melanina e quando tendono a scurirsi e a ingrandire, allora è il momento di usare il laser Neodimio Yag che agisce sulla melanina senza coinvolgere il tessuto circostante. La conseguenza visibile? Un leggero rossore che si placa dopo aver raffreddato la parte interessata. Le macchie si attenuano e, in alcuni casi, spariscono, dopo 3-6 trattamenti da effettuare ogni 40 giorni. Il laser Nd-Yag è efficace sulle macchie, o lentigo, presenti già in età infantile e che tendono a modificarsi con il tempo.

Cosa consiglia per le macchie piccole e di colore più chiaro?

I laser di ultima generazione come il CO2 micro ablativo schiariscono ed eliminano le macchie piccole e in rilievo, simili a minuscole crosticine: le cheratosi che compaiono sul dorso delle mani, ad esempio. In generale, sono sufficienti pochi trattamenti. Il laser frazionato CO2 micro ablativo a radio frequenza viene utilizzato anche nelle tecniche di ringiovanimento del viso, ma con un differente manipolo.

Si parla anche di luce pulsata. In quali casi viene usata?

Sì, è vero. La luce pulsata (IPL) ad uso medicale agisce sulle macchie più grandi e più scure schiarendole notevolmente: 2 o 3 sedute ogni 3-4 settimane sono sufficienti per ottenere un ottimo risultato. La luce pulsata è usata nei trattamenti di depilazione permanente e di ringiovanimento del viso e del corpo.

In ogni caso, bisogna evitare di esporsi al sole durante la terapia?

L’esposizione al sole è vietata, anche per brevi periodi, perché interferirebbe pesantemente sull’esito dei trattamenti. Si consiglia, infatti, di applicare costantemente creme ad alta protezione solare tra una seduta e l’altra e di sottoporsi ai trattamenti nelle stagioni intermedie e in inverno.

Grazie, dr Spano, alla prossima!

 

Dr Andrea Spano – Chirurgo Plastico Estetico

Leggi le interviste del Dott. Andrea Spano QUI

 

 

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR