Lassativi naturali per funzionare meglio

Lassativi naturali per funzionare meglio

Sia che siamo affetti da stipsi o che stiamo semplicemente cercando di purificare il nostro corpo, i lassativi naturali esistono in abbondanza attorno a noi. Qualsiasi alimento che abbia un alto contenuto di fibre o acqua, come i cereali integrali e la frutta, è considerato un lassativo naturale. Un’altra categoria è composta dai cibi che contengono lo yogurt o l’aloe vera.

Qui di seguito sono elencati alcuni dei lassativi naturali che possono essere consumati per il benessere globale. Da notare che, come tutti i lassativi, si devono consumare con cautela per evitare problemi come la disidratazione.

Papaya

Ricca di potassio e con molte proprietà medicinali. La papaya può aiutare a disintossicare naturalmente il corpo, aumentare l’energia e promuovere la salute dell’apparato digerente. Ha enzimi naturali che bilanciano l’acidità dello stomaco per una sana digestione.

Banana

Ottima per facilitare la digestione, la banana contiene un alto contenuto di fibra ed è un lassativo naturale. Mangiare una banana al giorno aiuta anche a ripristinare gli elettroliti preziosi per il tratto intestinale, in quanto ricca di potassio.

Mela

Gli alti livelli di pectina possono contribuire a stimolare l’intestino ed a fornire la massa per i movimenti intestinali. Se vogliamo qualcosa di più forte, proviamo l’aceto di sidro di mele, aggiungendo un cucchiaio in un bicchiere d’acqua e bere al mattino.

Melone

Ottimo per iniziare la giornata, in quanto è uno degli alimenti più facili da digerire. Il melone va direttamente nell’intestino appena consumato, si decompone rapidamente e si fermenta.

Prugna

E’ nota come lassativo della natura: e’ naturalmente ricca di antiossidanti, vitamina A, potassio, ferro e fibra alimentare. Contiene anche batteri benefici per l’intestino, quindi, è una grande alleata in qualsiasi dieta per purificare il colon.

Aloe Vera

Questa pianta medicinale è costituita da gel, per circa il 99% da acqua, mentre l’1% contiene oltre 75 nutrienti noti inclusi: minerali, vitamine, aminoacidi, enzimi, fitonutrienti. Così, il succo di aloe vera è in grado di fornire un rapido sollievo alla stitichezza.

Limone, arancio, lime

Questi frutti appartengono alla famiglia degli agrumi ed è ben nota la loro acidità e la loro grande potenza di disintossicazione. Possono aiutare il corpo a scovare le tossine e saltare l’inizio del tratto digestivo con i processi enzimatici. L’alto contenuto di vitamina C, aiuta a trasformare le tossine in materiale digeribile.

Carota

Questa verdura è ad alto contenuto di pectina, che può aggiungere massa per stimolare i movimenti intestinali. Le carote sono note anche come disintossicanti naturali del corpo.

Cipolla

E’ un antiossidante naturale, che contiene vitamina E e C, potassio, acido folico e fibre. Le cipolle contribuiscono ad alleviare i sintomi di congestione e di allergia, mentre riducono il colesterolo. Possono, inoltre, rimuovere i metalli pesanti dal corpo, e aiutano a combattere il cancro dei polmoni, della vescica, delle ovaie e del seno.

Aglio

E’ necessaria solo una piccola quantità di questo alimento per aiutare il corpo ad eliminare le tossine. L’aglio ha un alto contenuto di allicina e selenio, due sostanze naturali che aiutano nella pulizia del fegato. E’ anche un buon attivatore degli enzimi epatici.

Broccoli, Cavolfiore

Il consumo regolare di questi due ortaggi contribuisce ad aumentare la quantità di glucosinolati nel sistema che aiuta la produzione di enzimi nel fegato. Questi enzimi naturali aiutano anche a scovare sostanze cancerogene e altre tossine dal corpo.

Cavolo

Analogamente a broccoli e cavolfiori, il consumo dei cavoli può aiutare a scovare le tossine e ammorbidire le feci durante i movimenti intestinali.

Olio di cocco

Ha molti vantaggi, tra cui migliorare la digestione e la funzione intestinale, alleviare il dolore e l’irritazione causata da emorroidi, riducendo l’infiammazione e la guarigione dei tessuti di sostegno. Meglio consumare l’olio di cocco biologico grezzo extravergine non trattato.

Leave a Reply

*

*