Meditazione Zazen per controllare le onde cerebrali

Le onde cerebrali sono l’unico indicatore che possediamo delle condizioni del cervello. Studiandole per vari anni si è visto che, quando il cervello è in uno stato di tranquillità rilassata, emette onde che vengono chiamate onde alfa. Quando invece si trova in uno stato di tensione emette onde beta o un altro tipo di onde, ancora più intense, le onde gamma. In tutti gli stati di calma e riposo completo – fatta eccezione per gli stati di incoscienza causati da attacchi di epilessia – il cervello emette onde theta o delta.

meditazione zen e onde cerebrali: onde alfa - onde beta - onde theta - onde delta

In breve, quando una persona è arrabbiata, irritata o turbata, il suo cervello emette onde beta. Quando la sua irritazione raggiunge un’intensità conflittuale, il suo cervello comincia a emettere onde gamma. In periodi di tensione prolungata, predominano le onde beta, e non compare quasi nessuna onda alpha. Un sistema che faccia raggiungere alla mente uno stato libero da ogni tensione e turbamento dovrebbe dar luogo a un’emissione consistente di onde alfa.

meditazione zen e onde cerebrali: onde alfa - onde beta - onde theta - onde delta

Meditazione Zen: Lo Zazen è la risposta per “controllare” le onde cerebrali

Cercando un sistema per stimolare l’emissione costante di onde alpha, dopo moltissimi esperimenti abbiamo scoperto che la meditazione zen permette a un essere umani di porsi a volontà nello stato mentale che corrisponde all’emissione di onde alpha.
Come sistema, l’uso dello Zazen soddisfa i due requisiti di un sistema di allenamento alla salute mentale e fisica moderno, poiché impiega le nostre conoscenze più aggiornate sulle onde cerebrali, l’unico elemento esterno che fornisca delle indicazioni sulle condizioni del cervello, insieme con un metodo di meditazione che si è dimostrato efficace per almeno 2500 anni, dal momento che è stato perfezionato durante la vita di Sakyamuni, il Buddha storico.

Questo sistema Zazen non è cosi difficile come qualcuno potrebbe sospettare. Consiste in tre parti fondamentali: controllo della respirazione, controllo della postura e controllo della mente.

Non richede di ritirarsi in un tempio Zen, ma può essere usato come parte attiva della vita di tutti i giorni ed entrare nell’esperienza di ciascuno.

 

(fonti: “Meditazione Zen come terapia” di Tomio Hirai)

A cura di Evi Choutou 

Leggi altri articoli di Evi Choutou QUI

RUBRICA A CURA DI EVI CHOUTOU

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR