Psicologia dinamica e la concezione psicodinamica della Gestalt

Psicologia dinamica e concezione psicodinamica della Gestalt: L’esperienza personale (F. Perls) è una successione di relazioni figura-sfondo in cui i bisogni specifici del momento emergono rispetto al contesto per poi svanire, una volta soddisfatti, ed essere sostituiti da nuove configurazioni.

psicologia dinamica e gestalt

Il conflitto psichico nasce da un bisogno non soddisfatto che non consente il completamento della forma. Benessere e sanità mentale si hanno quando il soggetto è consapevole del continuo processo di formazione, dissoluzione e riformulazione della forma che varia in base ai diversi contenuti e alle diverse configurazioni che assume di volta in volta il contesto.

La qualità più importante della forma è la sua dinamica.La necessità imperiosa che una forma possiede e che la porta a chiudersi e a completarsi. A volte il miglior nome che si può dare a una forma incompleta è di chiamarla semplicemente situazione inconclusa” (F. Perls, 1969).

Psicologia dinamica – la dinamica psichica:

  • Incompiutezza: una situazione inconclusa polarizza una carica energetica destinata a completarla, se non viene completata la stessa situazione si ripeterà in luoghi e tempi successivi. Impedisce cosi all’individuo di adattarsi ai nuovi contesti di vita che via via si presentano.
  • Focalizzazione: la capacità di focalizzarsi sugli elementi importanti lasciando sullo sfondo gli altri, consente all’individuo di convogliare le energie in strategie vantaggiose. Il contatto con lo sfondo deve rimanere aperto e fluido per evitare di restare rigidamente focalizzati su figure che con il cambiare del contesto (sfondo) hanno perso di significato. Il nevrotico lascia sullo sfondo sintomi che andrebbero focalizzati. In questo consiste l’attività terapeutica.
  • Interazione: la dinamica psichica non è sostenuta soltanto da motivi interni. Anche da rapporti col mondo esterno, dove questi motivi si caricano e si proiettano ulteriormente.
  • Olismo: esiste una continua negoziazione tra individuo e ambiente volta al raggiungimento di una situazione ottimale dal punto di vista del riequilibrio energetico. Attraverso fasi di accumulazione, distribuzione e scarica dell’energia (K. Goldstein).

 

A cura del Dott. Aldo Gabardo

Leggi gli altri articoli del dott. Aldo Gabardo QUI

 

 

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR