Tricopigmentazione: cos’è e come sceglierla

Tricopigmentazione

Tricopigmentazione: caratteristiche della tecnica e delle strutture a cui affidarsi

La tricopigmentazione è una tecnica di micropigmentazione del cuoio capelluto che viene realizzata utilizzando strumenti e pigmenti realizzati specificatamente.

Si tratta di una tipologia di trattamento semipermanente destinata a tutti coloro che vogliono tentare una via risolutiva per contrastare gli inestetismi dovuti a calvizie o diradamenti con un effetto naturale e senza alcun condizionamento per il proprio stile di vita.
Dopo aver effettuato un trattamento di tricopigmentazione sarà infatti possibile fare qualsiasi sport o tipologia di attività senza timore di comprometterne il risultato estetico.

Tricopigmentazione caratteristiche

Il trattamento di tricopigmentazione basa la sua efficacia sull’utilizzo di pigmenti bioassorbili che in quanto tali risultano sicuri e non permanenti. Questa caratteristica garantisce a chiunque volesse avvicinarsi a questa tecnica di procedere con la consapevolezza di poter decidere in qualsiasi momento di non farvi più affidamento.
L’obiettivo che si vuole raggiungere con la tricopigmentazione e quello di un effetto ottico che simuli la ricrescita del capello ottenendo un risultato naturale. In base alla tecnica adottata sarà possibile ottenere un effetto densità ed un effetto rasato.
I capelli verranno disegnati tramite pigmenti specifici dello stesso colore dei capelli ancora presenti, posizionati con cura ad una distanza tale da ottenere un risultato totalmente naturale.

Tricopigmentazione: quando è consigliata

La tricopigmentazione è adatta a tutte quelle persone che desiderano risolvere velocemente i problemi estetici legati a diradamento/calvizie, o che, avendo fatto un trapianto di capelli, desiderano migliorarne il risultato coprendo le cicatrici di prelievo o riempiendo gli innesti.
Le tecniche di trattamento più diffuse permetteranno infatti di simulare il capello rasato sulle aree glabre del cuoio capelluto nonché di dar effetto densità su capigliatura di lunghezza normale con il cosiddetto “punto pelo”.

In particolare sulle donne la tricopigmentazione può avere principalmente lo scopo di diminuire il contrasto capelli/cuoio capelluto nei capelli soprattutto in caso di capelli fini e diradati.

Tricopigmentazione semipermanente

La Tricopigmentazione semipermanente è caratterizzata dall’utilizzo di un pigmento bioriassorbibile che periodicamente ha bisogno di un mantenimento.
La periodicità del mantenimento dipende dal grado di effetto coprente sul cuoio capelluto e dalle caratteristiche della persona e della zona trattata.
Questa caratteristica della tricopigmentazione permanente se da un lato può sembrare un disagio, dall’altra rappresenta l’importante vantaggio di essere liberi di poter decidere di abbandonare il trattamento in qualsiasi momento e di evitare la discromia che si potrebbe avere con i capelli grigi e bianchi che spuntano con l’avanzare degli anni.

Tricopigmentazione

 

About the Author