Medicina Tradizionale Cinese e organi Zang Fu: il cuore

Medicina tradizionale cinese e organi zang fu

Zang Fu e Medicina Tradizionale Cinese

Con il termine Zang Fu, la Medicina Tradizionale Cinese fa riferimento alle grosse entità anatomiche degli organi interni e rappresenta una generalizzazione delle funzioni fisiologiche del corpo umano. Una macro distinzione può essere questa: organi interni=pieni, organi esterni=vuoti. I testi dell’Istituto Paracelso di Roma ci soccorrono nella disamina della Medicina Tradizionale Cinese

Cuore, fegato, milza, polmone, rene e pericardio sono raggruppati insieme e sono detti “i sei organi zang”. Le loro principali funzioni fisiologiche sono quelle di trasformare e immagazzinare sostanze essenziali, compresi: essenza vitale, qi (energia vitale), sangue e fluido corporeo. Sono invece chiamati organi fu: l’intestino tenue, l’intestino crasso, la vescica biliare, la vescica, lo stomaco e il sanjiao. Le funzioni principali di questi organi sono quelle di ricevere e digerire cibo, assorbire sostanze nutritive, trasportare ed espellere i rifiuti. Vi sono inoltre gli organi fu straordinari, che includono il cervello e l’utero.

Gli organi zang differiscono dagli organi fu, ma la differenza è solo relativa. Nelle attività fisiologiche esiste tanto una connessione strutturale e funzionale, quanto una coordinazione, non solo fra gli organi zang e gli organi fu come entità separate, ma anche fra gli organi zang-fu da un lato e i cinque organi di senso e i cinque tessuti dall’altro. La teoria degli organi zang fu, che considera i cinque organi zang (sei col pericardio) al centro, rivela la peculiarità della Medicina Tradizionale Cinese, cioè la concezione del corpo come un tutto integrale dal punto di vista fisiologico e patologico.

Gli organi Zang

Cuore

Il canale del cuore, situato nel torace, conduce all’intestino tenue e così il cuore è legato internamente ed esternamente con esso (ogni organo zang è collegato per mezzo di un canale ad un organo fu, questa è chiamata relazione esterna-interna). Il cuore si apre anche alla lingua. (Ogni organo zang si apre in un organo di senso, il che indica una stretta relazione strutturale o fisiologica e patologica tra gli organi interni e gli organi di senso). Le funzioni fisiologiche principali del cuore sono quelle di controllare il sangue e i vasi e di alloggiare la mente.

  • Controllo del sangue e dei vasi. I vasi sono il luogo in cui il sangue è contenuto e circola. Attraverso la spinta del cuore, il sangue circola incessantemente nei vasi per nutrire l’intero corpo. Una quantità di sangue sufficiente e la circolazione normale danno il colorito roseo, la cute lucente e il corpo pieno di vitalità, i tessuti e gli organi sono ben nutriti e funzionano correttamente.
  • Sede della mente. Il cuore è considerato l’organo principale di controllo delle attività mentali e di generalizzazione della funzione fisiologica del cervello. Spirito, coscienza, memoria, pensiero e sonno, sono tutti dominati da questa funzione del cuore. Le due funzioni del cuore hanno una correlazione e una reciproca influenza, il Neijin dice:”  Il cuore domina i vasi e i vasi nutrono la mente”.
  • Apertura nella lingua. Le due funzioni del cuore appena illustrate sono intimamente correlate a colore, forma, motilità e senso del gusto della lingua. Questo è sintetizzato nell’espressione:” La lingua è lo specchio del cuore”.

A cura del Prof. Fabrizio Virgili

Leggi altri articoli del Prof. Fabrizio Virgili QUI

 

Leave a Reply

*

*