Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

Atletica leggera: i salti

I salti nell’atletica leggera si distinguono in quelli di elevazione, di cui fanno parte il salto in alto e il salto con l’asta e quelli di estensione composti dal salto in lungo e triplo.

Il salto in alto ha come obiettivo quello di oltrepassare, con un salto, una barra orizzontale posizionata ad una data altezza. La barra inizialmente è regolata ad un’altezza relativamente bassa ed è spostata nel corso della gara di 3 o 5 centimetri. Ogni atleta può scegliere a quale altezza iniziare a saltare ed una volta che un’altezza è stata superata, gli altri atleti non potranno iniziare ad un’altezza inferiore. Il salto in alto si divide in quattro fasi:

– rincorsa

– stacco

– valicamento

– atterraggio

La rincorsa ha lo scopo di consentire lo stacco più efficiente e si compone di due momenti, un primo rettilineo ed un secondo curvilineo. Nella prima vi è un aumento nella lunghezza del passo, nella seconda un aumento della frequenza. Nell’ultimo appoggio, l’atleta, abbassa il suo baricentro, inclinando il corpo. L’obiettivo della fase di stacco è la massima elevazione. Il valicamento è il momento in cui viene superata l’asticella facendo attenzione a non toccarla e deve essere affrontato prima con le spalle, poi con il bacino e poi con gli arti inferiori. L’atterraggio è la conclusione del salto in cui la caduta sul materasso deve avvenire con il dorso.

Nel salto con l’asta l’atleta, dopo una breve rincorsa, cerca di superare un’asticella utilizzando l’asta, che è sorretta da due supporti verticali, senza farla cadere. L’asta va impugnata con tutte e due le mani, una sopra e una più sotto. Anche questa specialità può essere composta in cinque fasi: rincorsa, presentazione, elevazione, valicamento e ricaduta. Il regolamento prevede che l’atleta possa usare aste di qualsiasi lunghezza, costruite in bambù o in fibra di vetro, e che le possa impugnare in qualsiasi modo e a qualsiasi altezza. Ogni atleta dispone di tre salti e ogni volta che supera una misura, la quantità dei salti a disposizione viene riportata al numero di tre. Le misure partono da una quota di apertura e crescono di volta in volta, fino all’eliminazione di tutti gli atleti.

Il salto in lungo consiste in una gara in cui gli atleti dopo una rincorsa, raggiungono la zona limite dove poter saltare, detta “asse di battuta”, cercando di atterrare il più lontano possibile nella buca riempita di sabbia. Come gli altri salti, anche questo si compone di 4 fasi:

– Rincorsa

– Stacco

– Volo

– Atterraggio

La rincorsa deve avere una certa velocità, che si sviluppa gradualmente; lo stacco non deve servire solo ad una spinta in avanti, ma soprattutto all’elevazione. Durante il volo i movimenti sono sempre finalizzati al mantenimento dell’equilibrio e all’annullamento dell’effetto di rotazione. L’atterraggio deve completarsi con le gambe protese in totale estensione ed il primo segno che rimane sulla sabbia è solo quello dei talloni.

Nel salto triplo gli atleti, dopo una rincorsa, raggiungono una zona di battuta da dove effettuano tre balzi consecutivi cercando di arrivare il più lontano possibile. Durante la rincorsa, l’atleta cerca di raggiungere la massima velocità possibile, con la quale effettua i balzi staccandosi da terra. Il volo è la fase in cui l’atleta non ha contatto con il terreno, mantiene l’equilibrio e con un’azione circolare della gamba di stacco ricade sulla stessa. La misurazione del salto avviene dal segno, lasciato nella sabbia, più vicino alla zona di stacco.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648