Ayurveda: che tipo sei?

Di seguito presentiamo l’elenco delle più importanti caratteristiche dei principali tipi dosha che permetterà di individuare il dosha predominante in ogni persona. Si troverà anche a quali disturbi sono maggiormente soggetti i vari tipi dosha, con i relativi consigli per quanto riguarda dieta, esercizio fisico, stile di vita e trattamenti ayurvedici per combattere gli effetti dei dosha in eccesso.

Prakruti: la costituzione fisica
E’ importante che medico e paziente comprendano concetto e funzione dei dosha, in modo da evitare trattamenti con effetti contrari al dosha dominante. La diagnosi ayurvedica si basa innanzittutto su un attento esame del tipo di costituzione fisica. Senza tale valutazione preliminare non si può e non si deve in nessun caso prescrivere alcun tipo di trattamento o di dieta: lo squilibrio provoca un cattivo stato di salute.

Le età della predominanza dosha
Come regola generale:

  • i problemi di tipo kapha sono comuni nel periodo compreso tra la nascita ed il compimento del ventesimo anno di età;
  • i problemi di tipo pitta sono comuni tra i venti e i cinquant’anni;
  • i problemi di tipo vata sono comuni dopo i cinquant’anni.

Caratteristiche di vata
Appetito variabile; scarsa sudorazione; urina frequente ma scarsa; feci dure e scure con tendenza alla stipsi; spirito molto originale e creativo; memoria medio-debole; indecisione; parlata veloce; prodigalità con il denaro; nervosismo e timidezza; tendenza all’ansia e alla depressione; impulso sessuale elevato (o inesistente); passione per i viaggi; elevata mobilità; avversione per il clima freddo e forte vento.

Problemi di salute associati a vata
Problemi cardiaci; disturbi del sistema nervoso; ansia; tensione; ipertensione; depressione; emicrania; sindrome da intestino irritabile.

Come vivere con vata

  • si eviti di mangiare cibi ricchi di vata;
  • mangiare cibi che incrementano pitta e kapha;
  • mangiare cibo non eccessivamente caldo (il latte caldo fa bene), evitare cibi freddi o surgelati;
  • scegliere cibi dolci, acidi e salati, evitare cibi piccanti e speziati, ridurre l’assunzione di gherigli e semi;
  • massaggiare con oli vata;
  • fare bagni di vapore con applicazioni di oli vata;
  • sotto controllo di un medico ayurvedico, purificare regolarmente il sistema digestivo e l’organismo con oli, soluzioni saline, preparazioni ayurvediche e metodi panchakarma;
  • evitare attività fisiche eccessive;
  • riposare bene e ascoltare musica rilassante;
  • meditare ogni giorno.

Caratteristiche di pitta
Forte appetito; tendenza alla sudorazione; frequente bisogno di urinare; feci molli e tendenza a diarrea; parlata a voce alta; interesse ad argomenti tecnici e scientifici; attenzione al denaro; tendenza e gelosia, ambizione e egocentrismo; tensione sessuale ardente e predominante; passione per lo sport; interesse per la politica; amore del lusso, avversione per il caldo.

Problemi di salute associati a pitta
Ulcere, problemi della digestione, problemi alla vescica e al fegato, problemi dermatologici, emicranie.

Come vivere con pitta

  • evitare cibi ricchi di pitta;
  • mangiare cibi che incrementano vata e kapha;
  • mangiare cibi che rinfrescano (bere acqua fredda, mangiare ghi e gli oli adatti);
  • mangiare in prevalenza cibi crudi, come insalate, frutta e verdura; evitare sottaceti, bevande gasate e acidificate e ridurre l’assunzione di succhi di frutta;
  • evitare di assumere alcolici, sale, tè e caffè in quantità eccessive;
  • preferire i cibi dolci, amari e astringenti;
  • mangiare yogurt dopo i pasti;
  • bere liquidi in abbondanza;
  • mantenere l’ambiente fresco e fare il bagno in acqua fredda;
  • massaggiare il corpo con oli pitta;
  • non esporre il corpo a sole eccessivamente forte;

Caratteristiche di kapha
Appetito debole o scarso; sudorazione abbondante; urine abbondanti ma rare; feci morbide e di grandi dimensioni; parlata melodiosa; approcicio risoluto; buona memoria; accuratezza nell’esprimere decisioni; parsimonia e cura per il denaro; tendenza a risparmiare e conservare; monogamia; letargia e passività; amore per la pace e per i luoghi tranquilli e familiari; passione per il buon cibo; avversione per le condizioni atmosferiche fredde e umide.

Problemi di salute associati a kapha
Ipertensione; malattie cardiache; disturbi circolatori; diabete; problemi di cistifellea; eczema; asma; sinusite; bronchite.

Come vivere con kapha

  • evitare cibi ricchi di kapha;
  • mangiare cibi piccanti e speziati;
  • evitare cibi freddi e crudi;
  • non fare spuntini fra un pasto e l’altro;
  • evitare i cibi grassi e fritti, la carne e i suoi derivati e l’eccesso di olio;
  • evitare di consumare alcolici e limitare l’abitudine a dolciumi;
  • scegliere cibi che riscaldano, amari, aspri e astringenti;
  • fare camminate dopo i pasti;
  • evitare gli ambienti freddi;
  • fare bagni caldi e indossare vestiti caldi;
  • evitare l’eccesso di sonno;
  • purificare regolarmente il corpo con una terapia panchakarma;
  • massaggiare il corpo con oli kapha;
  • fare esercizio fisico ogni giorno.

 

 

Fonti: Ayurveda – Stefano Autieri

About the Author

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR