Cervicalgia, le cause e i rimedi

Woman suffering neck pain from bad posture

 

 

Il dolore cervicale (o cervicalgia) è un disturbo che riguarda un numero sempre crescente di persone. Colpisce soprattutto dopo i 45 anni, ma può presentarsi anche in persone più giovani e per alcune può diventare un problema ricorrente. Esistono delle tipologie di persone che sono più soggette di altre a questo dolore: in generale persone sedentarie, e che svolgono lavoro d’ufficio, spesso davanti al computer, di sesso femminile e che hanno un alto livello di stress.

Il dolore può limitare esclusivamente la funzionalità del collo, ma alcune volte può irradiarsi alle spalle o fino alle braccia, causando problemi al movimento. Molto spesso questo si verifica dopo un colpo di frusta nel quale si formano grosse contratture che possono irritare anche parte del sistema nervoso locale. Il dolore non è l’unico sintomo presente, ma può essere accompagnato da altri sintomi: perdita di equilibrio e vertigini; cefalea; disturbi della vista; problemi di deglutizione; problemi di udito e ronzii nelle orecchie; senso di nausea e vomito; tachicardia; sensazione di debolezza alle braccia e alle mani; intorpidimento e formicolio agli arti superiori.

Cause

Le cause del dolore cervicale sono molte, ecco le principali.

Contratture muscolari: sono una causa molto comune.

Postura scorretta e vita sedentaria: chi conduce una vita sedentaria o chi svolge con un lavoro d’ufficio, è più soggetto al rischio di assumere per lungo tempo una postura scorretta. Una prolungata postura scorretta davanti al pc, al lavoro, a scuola, porta il nostro corpo ad una serie di compensi che finiscono col sovraccaricare la zona cervicale, portando a contrazioni e tensioni costanti.

Uso di smartphone: a lungo andare avere spesso la testa china per controllare lo smartphone potrebbe causare problemi alla schiena e al tratto cervicale. Secondo gli esperti statunitensi, essere sempre chinati a guardare il cellulare o il tablet può essere l’equivalente per la schiena di trasportare un bambino di 7-8 anni.

Fattori traumatici: possono includere incidenti nella vita quotidiana o sul lavoro, lesioni traumatiche pregresse, colpo di frusta, trasporto di pesi con ricadute sul collo e sulla schiena.

Ernia cervicale: si tratta di un disturbo provocato dallo schiacciamento dei dischi delle vertebre cervicali che può essere causato da un trauma da incidente o tamponamento stradale, da uno sforzo eccessivo, dalla postura scorretta.

Artrosi cervicale: è una patologia degenerativa delle vertebre cervicali che può iniziare a verificarsi naturalmente intorno ai 50 anni, ma che può comparire anche prima per vari motivi. Le vertebre cervicali si deformano, comprimono i nervi e causano dolore.

Altre cause: i dolori cervicali possono essere legati anche a stress, utilizzo di cuscini inadeguati, difetti occlusali delle arcate dentali, difetti del campo visivo che influiscono sulla colonna vertebrale, ipercifosi dorsale o iperlordosi lombare, colpi di freddo, pratica di alcuni tipi di sport, come boxe, rugby e sollevamento pesi.

Rimedi

Le cure per la cervicale si rivelano utili soprattutto per agire contro tutti i fastidi che la patologia comporta. Non esiste una terapia unica, ma l’obiettivo generale è quello di distendere le vertebre del collo e di rafforzare i muscoli, in modo che non esercitino un’azione di compressione. Ecco i principali rimedi.

Indossare un collare cervicale morbido. Questo rimedio è indicato per il dolore cervicale dipendente da un colpo di frusta o da strappi muscolari cervicali.

Regolare perfettamente la posizione dello schermo del computer: così facendo, si evita di girare il capo o di spostare continuamente lo sguardo verso l’alto o verso il basso del monitor.

Utilizzare un cuscino ortopedico specifico per il dolore cervicale durante il riposo notturno, in modo da ridurre il carico sulla cervicale, permettendo che il collo assuma una posizione che eviti lo schiacciamento.

Crioterapia. Alcune persone si sentono meglio con degli impacchi di ghiaccio applicati sulla zona dolente per 5/10 minuti entro le prime 48 ore dalla comparsa del dolore.

Eseguire regolarmente esercizi specifici per alleggerire il dolore cervicale. Muovere gradualmente la colonna cervicale in tutte le direzioni è utile per distendere i muscoli che possono essere accorciati.

Interventi sulla postura: anche nella vita quotidiana, a casa o al lavoro, possiamo intervenire, cercando di apportare delle modifiche alla nostra postura ed evitare posture scorrette.

Fisioterapia. Diversi trattamenti possono essere eseguiti da un fisioterapista: massaggi, trazioni, manipolazioni.

Agopuntura: prevede l’inserimento di aghi sottili in vari punti sul corpo. Gli studi scientifici hanno dimostrato che l’agopuntura può essere utile per molti tipi di dolore.

Farmaci antinfiammatori: utili per alleviare l’infiammazione soprattutto negli episodi acuti, ma non possono essere usati a lungo termine.

 

Per saperne di più http://www.vediamocichiara.it

Cristina Caramma

About the Author

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR