Che cos’è la walking meditation (meditazione camminata)?

La meditazione camminata è una forma di meditazione attiva. Usiamo la nostra esperienza del camminare come il nostro centro di attenzione. Diventiamo coscienti della nostra esperienza, mentre camminiamo e cerchiamo di mantenerne la consapevolezza.

Ovviamente, ci sono alcune differenze tra la meditazione camminata e quella seduta. Come prima cosa, si pratica con gli occhi aperti: questo implica altre differenze nel modo di meditare. Non ritiriamo l’attenzione dall’esterno per portarla all’interno come accade, ad esempio, con le pratiche del respiro consapevole: dobbiamo essere consapevoli anche di ciò che si trova esterno a noi (oggetti o anche persone che incontriamo, il vento, il sole e la pioggia; ma anche i suoni della natura, delle persone e delle machine…).

Una delle più importanti differenze, tuttavia, è che per la maggior parte delle persone è più facile essere consapevoli del proprio corpo quando si cammina rispetto a quando si è seduti cercando l’immobilità. Ciò che accade al corpo quando si è seduti è molto più sottile e molto più difficile da osservare rispetto a quanto accade mentre si cammina. In più, può essere inserita nelle nostre vite quotidiane abbastanza facilmente: anche la camminata dalla macchina al supermercato può essere un’opportunità per un minuto di meditazione.

La meditazione camminata, quindi, può essere profonda quanto la meditazione seduta, ed in più offre il vantaggio di portare l’esperienza meditativa nella nostra vita attiva. La semplice esperienza di osservazione dell’alternarsi dei propri passi crea naturalmente uno stato meditativo.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR