Intervista al Dr. Spano: cisti e lipomi

Benvenuto, dottor Spano! L’argomento da affrontare sono le cisti e i lipomi, sgradevoli “palline” difficili da nascondere con il make-up…

Queste tumefazioni colpiscono uomini e donne e bisogna intervenire prima che s’ingrossino o si infettino.

C’è confusione in merito: qual è la differenza tra cisti e lipoma?

Cisti e lipomi sono neoformazioni benigne del sottocute. La cisti sebacea è un fenomeno più frequente negli uomini e può raggiungere i 5 cm di grandezza. Questo liquido biancastro (mix di sebo e cheratina contenuto in una capsula esterna) è dovuto all’occlusione del condotto che collega la ghiandola sebacea al suo poro cutaneo. Se non si interviene tempestivamente, tende ad infiammarsi e a causare dolore e febbre. Si forma su cuoio capelluto, viso, dorso, glutei e perfino sui genitali. Le possibili cause sono l’acne, lo stress, una piccola ferita e l’abuso di alcool e sigarette.

I lipomi, se analizzo il nome, sono legati al grasso. È corretto?

Sì, sono accumuli di cellule adipose contenute in una capsula di tessuto connettivo fibroso. La forma è rotondeggiante, la consistenza morbida. Sono asintomatici e si formano in qualsiasi parte del corpo. In alcuni casi, arrivano a comprimere il nervo vicino, provocando ipersensibilità cutanea e dolore. Quando sono numerosi e diffusi la diagnosi è lipomatosi. Il lipoma non fa distinzioni né di sesso né di età e aumenta di dimensione fino a diventare “ingombrante”. Le cause sono sconosciute.

La diagnosi di cisti e lipomi richiede esami specifici?

Al primo incontro, il medico effettua l’anamnesi, cioè raccoglie la storia clinica del paziente e si informa sullo stile di vita. Questo per individuare le possibili cause dei fenomeni. Poi esamina la tumefazione e se si trova davanti a un probabile lipoma, richiede un’ecografia per avere un quadro preciso della situazione clinica.

Perché il chirurgo plastico è lo specialista più richiesto?

La chirurgia plastica si occupa abitualmente dei problemi della cute: quando esegue interventi su cisti e lipomi, il suo compito è quello di evitare esiti cicatriziali visibili. Se il lipoma è molto grande, preferisco utilizzare, come tecnica, la lipoaspirazione del contenuto. Se necessario, chiedo una ecografia per valutare la posizione ed escludere la malignità di questo tumore.

La cisti sebacea, purtroppo, si arrossa e si infiamma. Come procedere?

Se è infiammata l’intervento è rimandato. La capsula della cisti si assottiglia, potrebbe perdere il contenuto purulento nei tessuti vicini e peggiorare la situazione. Si prescrive una terapia antibiotica pre-intervento da ripetere dopo l’operazione. L’ intervento consiste nell’asportazione della cisti mantenendo integra la sua capsula. Il fai da te casalingo è vietatissimo: spremere o bucare la cisti aumenta il rischio che si formi un ascesso.

E per quanto riguarda la sedazione e le medicazioni?

Anestesia locale e due medicazioni.

Grazie, dottore, e a presto.

About the Author

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR