Cristalloterapia: il quarzo ametista

Il quarzo ametista fa parte della famiglia dei quarzi. La presenza di ferro al suo interno, gli conferisce la tipica colorazione viola.
Il suo nome deriva dal greco antico amethystos, ovvero colui che non si ubriaca, perché questa pietra favorisce la lucidità mentale e acuisce la mente.
Nella Grecia antica era utilizzata durante le feste dedicate al dio Bacco per garantire la sobrietà dei partecipanti; nel Medioevo si riteneva che il quarzo ametista fosse più prezioso dei diamanti e, perciò, simboleggiava il potere indiscusso di re, cardinali e nobili che lo indossavano incastonato in anelli.
Effetti sulla psiche: questa pietra dona serenità, equilibrio, pace interiore ed armonia;
aiuta a combattere le paure, l’inquietudine, la tristezza e la depressione. E’ un ottimo alleato contro l’insonnia e favorisce l’attività onirica, in quanto tiene lontano da noi gli incubi.
Effetti sul fisico: il quarzo ametista allevia il mal di testa, cura le ghiandole e gli ormoni e stimola il corretto funzionamento del metabolismo  agevolando il ripristino della flora batterica.
Può essere scaricata sotto l’acqua, ma, se esposta al sole tende a perdere il suo tipico colore.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR