La diagnosi del corpo: il calore corporeo

La persona in buona salute è assai sensibile al calore corporeo e riesce ad avvertirlo lasciando scorrere il palmo aperto e rilassato, a una distanza di uno o due centimetri, sul proprio corpo.
La persona sana ha una temperatura corporea di circa 36,5° C.
La temperatura dipende dalla forza del cuore, che spinge il sangue in tutte le parti del corpo. Un sangue di buona qualità, che circola bene fino alla periferia, infonda al corpo la giusta temperatura. Tutta la superficie del corpo dovrebbe avere una temperatura omogenea. Quando una zona produce maggior calore di altre significa che c’è un organo troppo attivo.
I piedi sono la parte più Yang del corpo ed è normale che siano caldi. Invece le mani non dovrebbero essere né calde né fredde. Mani e piedi freddi sono il segno di cattiva circolazione dovuta a dei ristagni di sangue all’interno. Quando le parti alte e basse del corpo hanno temperature significativamente diverse è un sicuro indizio di cattivo funzionamento del triplice focolare.

Fonti: Il medico di sé stesso – Noboru B. Muramoto

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR