Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

La diagnosi del corpo: le unghie

Le unghie cambiano secondo le abitudini alimentari. Nelle persone dalla salute delicata la loro qualità viene intaccata subito. Basta osservare le nostre unghie ogni tanto, per imparare molte cose a proposito del nostro stato di salute.
In generale, le unghie sono collegate al fegato; in particolare, ciascuna unghia corrisponde agli organi delle rispettive dita.
Le unghie corte, larghe e piatte indicano una costituzione Yang, quelle lunghe, strette e curve sono indice di una costituzione Yin.
Un cambiamento significativo nella dieta si riflette spesso sulle unghie evidenziandosi in un incurvamento o in un appiattimento.
Le unghie dovrebbero avere una forma ovale ed essere di colore rosa.
Un metodo assai semplice per scoprire se si è anemici è quello di stendere le dita delle mani tenendole un po’ in tensione e notare che le unghie diventano bianche. Se però, una volta rilassata la mano, le unghie continuano ad essere bianche, significa che c’è anemia. In casi più gravi gli anemici hanno sempre le unghie biancastre.
Il colore scuro sull’unghia indica una cattiva circolazione del sangue all’interno del corpo.
Le macchie bianche sull’unghia segnalano che sono stati introdotti cibi fortemente Yin (zucchero, dolci, prodotti con sostanze chimiche) e che c’è una mancanza di sali minerali nel corpo.
Dalla posizione delle macchie bianche si può anche individuare a quando risalga l’assunzione del cibo Yin, tenendo conto che le unghie dei bambini crescono più rapidamente di quelle degli adulti. Le unghie di un adulto per rinnovarsi completamente, dalla radice alla punta, possono impiegare dai 6 ai 9 mesi.
Le unghie con le macchie bianche, concave, che si spezzano e che vengono rosicchiate si possono collegare a una probabile presenza di parassiti nell’intestino. Queste indicazioni possono essere confermate dal colore azzurognolo della sclera e dal prurito anale.
La lunetta alla base di ogni unghia non dovrebbe occupare più di un quarto della lunghezza dell’unghia stessa, ma è meglio non averle. Alla fine della crescita della persona e con una dieta prevalentemente vegetariana e naturale, le lunette dovrebbero diminuire e sparire (di solito quella del pollice è l’ultima ad andarsene). Se ne rimangono di molto grandi e se la radice dell’unghia è rossa e si spella, è segno di un esagerato consumo di prodotti di origine animale.
La punta delle dita ingrossata o allargata è un indizio di disturbi al cuore.

Fonti: Il medico di sé stesso – Noboru B. Muramoto

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648