Quanto si dimagrisce con la dieta a punti?

Come funziona la dieta a punti? Quanto peso si riesce a perdere? Scopriamo insieme i segreti dietro questa strategia alimentare.

Con la dieta a punti quanto si dimagrisce?

Con la dieta a punti quanto si dimagrisce?

Esistono tantissimi piani alimentari per perdere peso: alcune sono più efficaci e altre meno, alcune più equilibrate ed altre meno. La cosa fondamentale è scegliere un piano alimentare corretto e bilanciato per ottenere i risultati desiderati e duraturi.

La dieta a punti

La dieta a punti, si basa su un principio semplicissimo: il punteggio. E’ un piano alimentare ideato da Guido Razzoli, un dietologo che operava negli anni ’70. Questa dieta, se rispettata, promette di aiutarti a perdere peso in modo equilibrato tenendo il conteggio dei punti assegnati ai singoli alimenti in base alle loro calorie.

Questi punti man mano vengono sommati per arrivare a pianificare una strategia alimentare giornaliera leggero ed equilibrato. Ma come funziona la dieta a punti e come vengono assegnati i punteggi ai singoli alimenti?

Come funziona la dieta a punti?

Iniziamo partendo dal presupposto che ad ogni alimento, a seconda dei grassi e delle calorie che contiene, viene assegnato un punteggio. Dunque, in relazione al proprio obiettivo di peso, ogni persona dovrà fare delle combinazioni alimentari per raggiungere il punteggio massimo da “consumare” nell’arco di una giornata.

Ovviamente il numero di punti da consumare e “spendere” dipende dalla categoria di peso e dall’obiettivo di peso da perdere. Mediamente una donna di 60 kg avrà approssimativamente un punteggio giornaliero di 20 crediti. Invece un uomo che pesa 85kg di media avrà a disposizione cibi che gli apportano un totale massimo di 25-29 crediti.

Il punto a favore di questa dieta è che non è un piano alimentare rigido. Significa che vi sentirete sempre abbastanza sazi e soddisfatti dopo i pasti. Un piatto ricco di calorie come la pizza o la pasta potrebbe arrivare ad avere un punteggio pari a 20, mentre le verdure hanno punteggio minimo o pari a zero. Di conseguenza, per sentirvi sazi potrete aumentare scelte alimentari che includono più frutta e verdura!

Con la dieta a punti quanto si dimagrisce?

In media si riescono a perdere quattro chili al mese. Ovviamente il risultato varia in relazione al metabolismo, allo stile di vita e di altre abitudini e al livello di obesità.

Related Posts

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR