Estetica del seno: consigli per donare benessere e bellezza al proprio décolleté

Il seno è certamente una delle parti del corpo femminile maggiormente sottoposte a continui controlli, cure ed attenzioni. Complici i modelli di bellezza che provengono dal mondo del cinema e dai media, oggi il numero delle donne che ricorre alla chirurgia estetica del seno è in evidente aumento.
Oggi, indipendentemente dall’età, si fa un ricorso smodato alla chirurgia estetica al fine di aumentare, modellare, o tonificare il proprio seno. In effetti, grazie al continuo progresso tecnologico, unitamente all’evoluzione di tecniche mediche sempre più all’avanguardia, la chirurgia estetica offre materiali, strumenti e tipologie di operazioni davvero innovativi, che consentono di ottenere il risultato desiderato senza sperperare tutte le proprie risorse economiche.
Al di là della tecnologia, è l’abilità del professionista al quale ci si rivolge a fare la differenza: oltre ai titoli accademici, il chirurgo deve essere in grado di far riflettere la paziente sui pro e i contro dell’operazione, offrendole chiarimenti su tutti gli aspetti che riguardano l’intervento e rispondendo a tutti i quesiti che gli verranno rivolti. In più, diffidate dei medici che prendono appuntamenti frettolosi, ad esempio il giorno dopo il primo incontro, perché di norma si lasciano dai sette ai quindici giorni di tempo in cui la paziente potrà documentarsi, parlare con familiari e psicologi e richiedere un altro parere.
Per comprendere meglio il concetto di professionalità che caratterizza il mestiere del chirurgo estetico, vi invitiamo a visitare il sito di una clinica specializzata in chirurgia estetica del seno che si avvale delle competenze di uno staff chirurgico di prim’ordine e vanta medici di grande prestigio.
Tuttavia, sebbene oggi si disponga di tecnologie avanzate e professionisti altamente specializzati, un intervento estetico al seno può non essere la scelta giusta per molte donne, per diverse ragioni.
In questo caso, una volta abbandonata l’idea di ricorrere al bisturi, è possibile tentare di migliorare l’aspetto estetico del proprio seno attraverso tecniche meno invasive. Una delle soluzioni più adottate dalle donne che hanno bisogno di rimodellare il proprio décolleté senza il ricorso alla chirurgia prevede l’adozione di un sano stile di vita e di un altrettanto salubre alimentazione.

Come mantenere un bel décolleté con la giusta alimentazione

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale in quasi tutti gli aspetti della vita di un individuo. Osservare una dieta sana permette di controllare il proprio peso evitando l’insorgere di accumuli di grasso in eccesso, o al contrario di repentini dimagrimenti. Le mammelle sono infatti composte sia da ghiandole mammarie, sia da un volume variabile di tessuto adiposo, che può ridursi drasticamente ed apparire vuoto, perdendo tonicità. Questo comporta una conseguente perdita di elasticità alla quale si aggiunge la comparsa delle fastidiose smagliature.
Al fine di evitare queste spiacevoli situazioni, si consiglia di mantenere una dieta equilibrata, che permetta di tenere sotto controllo il proprio peso, riducendo il rischio di ingrassare, o di dimagrire in modo repentino. Per questa ragione è sconsigliata la scelta di diete fai da te, mentre è bene rivolgersi ad un dietologo, o nutrizionista qualora si volesse perdere peso.
Ai fini di una maggiore tonicità dei tessuti, non basta mangiare sano, ma occorre anche bilanciare i nutrienti che garantiscano il corretto accrescimento dei tessuti: le proteine. Un buon apporto proteico è ciò che serve per assicurarsi tessuti tonici ed elastici.
In più, attraverso l’assunzione di alimenti ricchi di vitamine C ed E e di sostanze antiossidanti come i carotenoidi ad esempio, si possono contrastare la perdita di volume e il rilassamento cutaneo tipici dell’invecchiamento. Mangiare cinque porzioni di frutta e verdura al giorno garantisce un tale effetto, ritardando l’invecchiamento.
Oltre agli alimenti, un ruolo molto importante è giocato dall’acqua, che andrebbe assunta in quantità variabili da 1 litro ai 2 litri al giorno, ai fini di una corretta idratazione della pelle e dei tessuti.
Infine, esistono delle sostanze di origine animale che favoriscono l’aumento del volume del seno, perché dotate di strutture molecolari simili a quelle degli estrogeni (ormoni femminili responsabili dello sviluppo del seno in pubertà). Suddette molecole vengono chiamate fitoestrogeni e sono contenute nei seguenti alimenti: soia, dalla farina al tofu, passando per semi, germogli e latte, legumi comuni, frutta, cereali, semi di lino ed olio di oliva.

About the Author

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR