Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

Fagioli contro il colesterolo e i problemi intestinali

Secondo il Journal of the American College of Nutrition, i fagioli e tutti gli altri legumi sarebbero in grado di ridurre il giro vita e di sgonfiare la pancia. Essi sono fondamentali nelle diete dimagranti perchè danno la carica, contengono proteine più digeribili di quelle animali e rappresentano un valido sostituto della carne per tutti i vegetariani.

Il fagiolo dal nome scientifico Phaseolus vulgaris è la specie più diffusa e più importante dal punto di vista alimentare. Esso fu importato nei paesi Europei a seguito della scoperta delle Americhe, essendo la pianta del fagiolo originaria dell’America centrale e del Messico. Esistono numerosissime varietà di fagioli, ma solo circa sessanta di esse sono commestibili; ve ne sono con forme e colori di tutti i tipi. Le varietà più comuni sono rappresentate dai borlotti, i cannellini e dai messicani. Il fagiolo viene coltivato per i semi, i quali sono venduti freschi, secchi oppure in scatola: quelli freschi devono essere sgranati e cucinati in poco tempo, oppure congelati, quelli in scatola sono pronti all’uso, mentre i fagioli secchi, richiedono un periodo di ammollo prima di essere cotti. I tempi di ammollo variano in base alla varietà di fagiolo e possono talvolta essere anche di 24 ore.

I fagioli sono un alimento molto nutritivo che contengono una percentuale bassa di acqua e pochissimi grassi, mentre i carboidrati rappresentano i nutrienti principali di questi legumi ed anche le proteine rivestono un ruolo piuttosto importante. Sono i legumi più ricchi di fibre, le quali sono in grado di stimolare il metabolismo.

I fagioli contengono la lecitina che favorisce l’emulsione dei lipidi, impedendo il deposito nel sangue e quelli bolliti a lungo possono contenere cromo e molecole solforate, utili a ridurre i livelli di colesterolo, trigliceridi e glucosio nel sangue; le proteine contenute in essi sono di basso valore biologico e necessitano di un abbinamento con cereali o pasta, in quanto i fagioli assicurano un buon apporto degli aminoacidi carenti nella pasta.

Un consumo abituale di questo legume è in grado di abbassare la presenza di colesterolo nel nostro organismo e grazie alle fibre, sono molto indicati per prevenire problemi intestinali, stitichezza ed emorroidi. I fagioli sono particolarmente adatti per coloro che soffrono di diabete, in quanto hanno un basso indice glicemico.

In commercio si possono trovare fagioli freschi, per i quali è opportuno controllare che il baccello sia integro e sodo al momento dell’acquisto, secchi, nel qual caso occorre verificare che non siano presenti sostanze estranee e che i semi siano intatti e cotti, da preferire senza l’aggiunta di conservanti o di coloranti. Come tutti i legumi, i fagioli tendono a provocare flatulenza intestinale, causata dagli oligosaccaridi che l’organismo non digerisce e che fermentano nell’intestino, producendo gas. Per ridurre questo problema, si suggerisce di passare i fagioli al setaccio e cucinarli con l’aggiunta di quelle erbe aromatiche, come il timo, l’alloro o il cumino, che facilitano la digestione e l’espulsione dei gas intestinali. Infine, i fagioli non sono indicati per le persone che abbiano problemi di gotta, artrite, artrosi o calcoli renali.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648