Intervista al Dr. Spano: i filler per le mani

Dopo il viso, le mani sono la parte del corpo immediatamente visibile: noi donne applichiamo lo smalto sulle unghie e indossiamo anelli per abbellirle, ma nel contempo le trascuriamo. E si vede, purtroppo!

Le mani invecchiano precocemente perché esposte agli agenti atmosferici, al contatto con detergenti chimici aggressivi senza adeguata protezione e ai ripetuti lavaggi quotidiani con acqua calda e fredda. Il viso viene idratato e nutrito con creme e fluidi, ma spesso alla mani non è riservata la stessa attenzione. La pelle si disidrata, avvizzisce e si arrossa specialmente sul dorso, dove è più sottile e delicata; la cute che riveste il palmo è invece più spessa e resistente.

Lavarsi le mani è, prima di tutto, un’esigenza igienica. Dove si sbaglia?

Prima di risponderle devo sottolineare che ogni individuo ha il “suo” tipo di pelle che reagisce agli stimoli esterni in modo diverso da quello di un altro. Comunque la detersione va effettuata con prodotti adeguati a un uso frequente, il risciacquo deve essere accurato e così l’asciugatura. Tutte le volte che, durante il giorno, la pelle appare secca e sofferente bisognerebbe massaggiarla con una crema idratante ed emolliente e usare i guanti per lavare i piatti.

L’acqua del rubinetto secca la pelle delle mani?

L’acqua ricca di calcare, come appunto quella del rubinetto, altera il sottile mantello idrolipidico che fa da barriera protettiva al tessuto corneo sottostante. Tenga presente che il palmo delle mani e la pianta dei piedi non hanno ghiandole sebacee e possono desquamarsi.

Le mani sono così belle… e fragili! La nostra pigrizia genera rughe e piccole pieghe che segnano il dorso delle mani e le fa apparire stanche e invecchiate. Il sole è un altro nemico?

Il concetto di fotoinvecchiamento (photoaging) si riferisce agli effetti dannosi dei raggi UV soprattutto nelle ore più calde del giorno. Per quanto riguarda la negligenza nel prendersi cura delle mani, consiglio di non colpevolizzarsi troppo, ma prevenire e curare quando è necessario.

Ha appena pronunciato una parola chiave: invecchiamento. Le mani diventano rugose e la pelle è così sottile da apparire quasi trasparente!

Infatti con il trascorrere del tempo l’epidermide lascia trasparire i tendini e le vene.

Un viso ancora fresco e luminoso contrasta con il colorito spento e l’aspetto sciupato delle mani. Cosa ci consiglia?

Per ringiovanire e restituire alla pelle delle mani elasticità, tono e compattezza esiste un filler biocompatibile al 100% e riassorbibile ancora più performante del pur valido acido ialuronico, ne abbiamo già parlato…

Certo, è il filler Radiesse® a base di ioni di calcio e fosforo utilizzato per il viso. Ma sulle mani?

Le statistiche confermano che iniettare nel derma piccole quantità di filler Radiesse® è un metodo ben tollerato ed efficace per distendere la cute e riempire le rughe e gli spazi tra i tendini del dorso della mano. La durata dei benefici ottenuti è di circa un anno. Le microsfere sintetiche di idrossiapatite di calcio, immerse in una soluzione acquosa di gel, penetrano in profondità e stimolano, nei mesi successivi, la produzione di nuovo collagene. Grazie alla presenza di lidocaina nel composto, il trattamento è indolore.

Perché è consigliabile rivolgersi allo specialista in medicina estetica e non a un centro estetico?

Non è solo una questione di esperienza professionale, tecnica e manualità, ma di conoscenza approfondita dell’anatomia umana. Iniettare il filler Radiesse® nello strato più superficiale della cute senza calcolarne le conseguenze è la probabile causa di noduli visibili e duraturi. Un altro possibile rischio è iniettare, per scarsa perizia, il filler in un vaso sanguigno. Il normale gonfiore e/o rossore post intervento, invece, si attenua e sparisce in poche ore dopo aver raffreddato la zona con del ghiaccio. Consiglio di non fare lavori domestici pesanti e di non esporre le mani al sole per almeno 24 ore.

Quindi avremo le mani di una principessa!

Mani aggraziate e gentili. A proposito, Radiesse® compie 10 anni proprio nel 2016!

About the Author

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR