Fiori di bach per cani: un rimedio naturale e dolce per i nostri amici a quattro zampe

Fiori di Bach per cani e non solo! Gli animali reagiscono subito, in linea di principio ancor più rapidamente dei bambini. I fiori di Bach per cani sono la terapia emotiva per eccellenza. Il rimedio più adatto per il tuo amico a quattro zampe dipende dal suo comportamento. Nei casi incerti, dipende anche dal carattere del proprietario, poiché spesso gli animali manifestano gli schemi emotivi inconsci del padrone.

Fiori di bach per cani: un rimedio dolce per i nostri amici

Fiori di Bach per cani: un rimedio naturale

Nei disturbi cronici prolungati anche il padrone dell’animale dovrebbe assumere i Fiori di Bach, in modo che si stabilisca un’interazione energetica fra di loro.

Gli animali rispondono straordinariamente alla floriterapia di Bach poiché essi non ragionano come noi. Quindi non stanno meglio solo perché sono convinti che una medicina li guarisca. Visto che non possono comunicare con il linguaggio, per curarli ci si può basare unicamente sul proprio spirito di osservazione. Questo che richiede grande capacità di immedesimazione e di trarre le giuste conclusioni.

Limiti

Purtroppo la nostra cultura, ed in particolare il cammino che la scienza ha fatto soprattutto in questi ultimi anni, ci hanno insegnato che la causa della malattia è sempre esterna a noi (batteri virus, parassiti, funghi ecc.). Il risultato è che non siamo più abituati a confrontarci in maniera costruttiva con la nostra interiorità.

La floriterapia rappresenta quindi una nuova modalità di interpretare la malattia (anche fisica ovviamente) secondo parametri che introducono concetti quali anima, Io superiore e Unità. Poiché noi percepiamo che gli animali sono possessori di un’anima, anche per loro la floriterapia risulterà essere la terapia d’elezione nel ripristinare la disarmonia sia emozionale che fisica.

Esistono 38 diversi fiori di Bach. Ogni fiore è portatore di un informazione terapeutica specifica per quel determinato squilibrio emozionale. Negli ultimi 10 anni, inoltre, è notevolmente aumentata la ricerca verso questa nuova modalità terapeutica e queste nuove essenze sono risultate molto utili nel trattare animali con disturbi comportamentali e non solo.

In quali casi sono utili i Fiori di Bach per cani?

  • Se per esempio il vostro cane fa il matto da quando avete preso un altro animale domestico in casa, si tratta probabilmente di gelosia. Quindi Holly è il giusto rimedio.
  • Nel caso il vostro cane non mangia più da quando il gatto dei vicini lo ha graffiato, per aiutarlo a superare lo shock è utile somministrargli Star of Bethlehem. Invece, se avete un cane pauroso si può aiutare con Mimulus. Larch per dare più fiducia in se stesso.
  • Se invece uno spavento improvviso, come un tuono, uno sparo o un rumore forte spaventa terribilmente il vostro cane o gatto il rimedio più opportuno è Rock Rose, che è proprio il fiore della paura che terrorizza.
  • Per un cane particolarmente aggressivo potete dargli Holly.
  • Se soffre di mal d’auto o di otite, il rimedio che potete dargli è Sclerantus, fiore dell’equilibrio in aggiunta a Mimulus.
  • Per il cane che si intimorisce e mette la coda tra le zampe ogni qualvolta che gli parlate con tono di voce che a lui possa sembrare un rimprovero, il rimedio ottimale è Pine (per i sensi di colpa).
  • Se, nonostante i rimproveri, continua a fare le stesse cose, può essere utile somministrare Chestnut Bud per quelli che non imparano dagli errori precedenti.
  • Nel caso avete cambiato casa e il vostro amico peloso fa fatica ad adattarsi, dategli alcune gocce nella ciotola di Walnut per i cambiamenti. Honeysucle, per la nostalgia del vecchio ambiente.

 

Come somministrare i fiori di bach per cani?

In ogni caso prima di somministrare questi rimedi naturali, è preferibile apprendere la caratteristica di ogni singolo fiore di Bach. In seguito, come per gli umani, osservando il suo comportamento potrete somministrare al vostro animale domestico il fiore che ritenete più opportuno.

Noi umani possiamo prendere le gocce 4 volte al giorno, mettendole sotto la lingua. Per gli animali possiamo agire in due modi. Il primo versando le gocce sul naso. Il cane o il gatto leccandosi, le ingoieranno. Oppure possiamo mettere i rimedi nella ciotola dell’acqua da bere, assicurandoci che non ce ne sia troppa e che il vostro animale beva sovente.

Di Lorella De Luca

Leggi gli altri articoli di Lorella De Luca QUI

 

 

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR