Come scegliere il dentista: mini guida alla scelta di un professionista affidabile

Prendersi cura dei propri denti è fondamentale per mantenere un buono stato di salute e per poter sfoggiare sempre un sorriso smagliante. Il dentista giusto può essere un aiuto prezioso in questo. Vediamo come scegliere il professionista giusto.

mini guida per scegliere il dentista giusto per noi

Come scegliere il dentista giusto per noi?

La salute dei denti

Avere delle buone abitudini, come optare per una dieta sana ed equilibrata e provvedere ad un’attenta pulizia dei denti e della bocca almeno due volte al giorno è un ottimo modo per prendersi cura della propria dentatura. Inoltre, si possono prevenire tanti problemi, a volte banali, ma comunque sempre molto fastidiosi.

Tuttavia, saper riconoscere una patologia a carico dei denti o delle gengive quando compaiono i primi sintomi e, soprattutto, decidere come intervenire è impossibile se non si possiedono le dovute conoscenze. Poter fare affidamento sui consigli e sulle cure di un dentista di fiducia è il modo migliore per salvaguardare la salute della propria bocca. Una dentatura forte e sana, come pure delle gengive vitali, migliorano nettamente la qualità della vita. Contribuiscono alla prevenzione di patologie molto dolorose, favoriscono una corretta masticazione del cibo e quindi anche una sana alimentazione. Di conseguenza evitano dolori ossei e muscolari che possono ripercuotersi sull’intero organismo.

Screening

In più, non va dimenticato che uno screening periodico della bocca può essere di fondamentale importanza anche quando si tratta di individuare per tempo malattie molto pericolose, come alcune lesioni pre-cancerose del cavo orale.

Da un lato, i dati ufficiali delle associazioni di categoria indicano che, negli ultimi anni, gli italiani hanno ridotto sensibilmente la frequenza delle visite dentistiche. Soprattutto a causa delle difficoltà economiche con cui molte famiglie hanno dovuto fare i conti. Dall’altro, anche a causa di stili di vita e abitudini alimentari sempre meno salutari, l’incidenza di problematiche come le classiche carie, l’erosione dello smalto o il regresso gengivale risulta essere in costante aumento.

Città e piccoli centri sono ormai ricchi di cliniche private dall’aspetto blasonato. Spesso spendono cifre ingenti per pubblicizzare i propri servizi attraverso campagne di volantinaggio o iniziative pensate per attirare l’attenzione del pubblico, come l’offerta di trattamenti gratuiti. Tuttavia, nella scelta del proprio dentista di fiducia è fondamentale tenere a mente che la professionalità del medico e l’adeguatezza delle strutture all’interno delle quali si svolgono le visite sono i veri parametri da valutare.

Cercare il dentista giusto: consigli per riconoscere uno specialista preparato

Una pubblicità su un volantino, una targa appesa fuori dalla clinica o il classico passaparola. Sono molti i modi in cui ci si può imbattere in nuovo dentista. Tuttavia, anche quando consigliato da amici, vicini di casa e familiari, è sempre necessario valutare di persona la credibilità del professionista scelto. Bisogna tenere a mente i requisiti fondamentali che ogni specialista in odontoiatria è tenuto a rispettare.

Trasparenza e chiarezza

In primis, rendere quanto più possibile trasparenti e facilmente accessibili alla clientela informazioni relative alle metodologie di lavoro, agli strumenti impiegati e alle garanzie offerte al pubblico è indice di serietà.

Molte cliniche private scelgono di dotarsi di un sito web e sfruttano questo pratico canale per rivolgersi direttamente ai clienti. Ad esempio questo studio dentistico specializzato in impianti dentali a Roma illustra in modo chiaro ed esaustivo come vengono eseguiti gli interventi e quali sono i vantaggi delle metodiche proposte dalla struttura, in più, nella pagina segnalata, è possibile registrarsi alla mailing list della clinica, per ricevere via posta elettronica newsletter con offerte speciali per i clienti più fedeli.

La clinica di questo dentista che lavora a Ostia e nelle zone limitrofe sceglie di illustrare via web l’elenco completo dei servizi offerti, soffermandosi sulla descrizione delle attrezzature e degli accorgimenti adottati per offrire ai clienti la garanzia di ambienti perfettamente sanificati e sicuri.

La prima visita

La prima visita è un momento fondamentale per valutare la serietà del medico e della clinica. L’ambulatorio presso il quale si svolgono le visite e gli interventi deve essere impeccabile dal punto di vista della pulizia, ordinato e attrezzato con tutto il materiale e le apparecchiature necessarie. Dalla classica sedia dello studio dentistico, agli appositi armadietti porta-ferri, ai vari guanti, tovagliette e strumenti usa e getta. Quest’ultimo requisito ha un’enorme importanza. Tutti gli attrezzi che vengono direttamente a contatto con la bocca del paziente devono provenire da una confezione sterile. Oppure essere stati sottoposti ad un apposito trattamento di sterilizzazione.

Requisiti fondamentali

Per esercitare la professione odontoiatrica nel rispetto della legge, è necessario essere in possesso di una laurea in odontoiatria o in medicina e chirurgia. Inoltre, è richiesta anche l’iscrizione all’apposito Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di riferimento.

Per verificare i titoli dello specialista scelto e l’iscrizione all’albo, oggi è sufficiente effettuare una ricerca sul portale dell’Ordine dei Medici. In questo modo, si possono ricavare informazioni sul curriculum di qualunque medico iscritto all’albo. Cosi, si può evitare il pericolo di incappare in truffatori che esercitano la professione in maniera abusiva. Questo è un annoso problema che in Italia continua a causare danni anche gravi alla salute di molti pazienti.

La prima visita dovrebbe sempre essere svolta dal titolare dello studio dentistico. Lui, prima ancora di visitare il paziente, deve provvedere a richiedere il consenso per la raccolta delle informazioni personali e svolgere un’accurata anamnesi, volta ad evidenziare lo stato di salute generale del nuovo soggetto in cura. La familiarità con patologie particolari, eventuali allergie o ancora, trattamenti o interventi chirurgici ai quali si è sottoposto in passato.

Infine, nel sottoporre al paziente il preventivo per un trattamento o un intervento, il dentista deve avere cura di illustrare tutte le fasi nelle quali si articolerà la terapia. Con riferimento anche ai materiali impiegati e alle diverse opzioni disponibili. Deve fornire al soggetto in cura tutte le informazioni necessarie per operare una scelta ponderata.

Conclusione

Una bocca sana equivale sempre ad un migliore stato di salute generale. Pertanto, è importante armarsi di pazienza nella ricerca di un dentista capace e affidabile. E iniziare subito a prendersi cura del proprio sorriso se fino ad oggi si è commesso l’errore di trascurarlo.

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR