Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

La ginnastica artistica: forza, equilibrio, flessibilità, velocità e ritmo!

La Ginnastica Artistica è uno sport tecnico, in cui è richiesto un alto impegno muscolare in quanto attiva tutti i distretti muscolari. Questa attività si basa su doti quali la forza, la coordinazione, la destrezza, l’equilibrio, la velocità, la scioltezza e il senso del ritmo.

la ginnastica artistica

Origini della ginnastica artistica

Le origini della ginnastica artistica sono molto antiche e la Federazione Ginnastica d’Italia è la più anziana delle federazioni sportive d’Italia. Ha lo scopo di promuovere e disciplinare la ginnastica artistica come attività sportiva rivolta all’educazione fisica e morale della gioventù e di curare la preparazione olimpica degli atleti tesserati.

La ginnastica artistica – specialità

Alle Olimpiadi e ai Mondiali la competizione è suddivisa in varie sessioni che si svolgono in giorni diversi: qualificazioni, finale a squadre, finale individuale e finali ad attrezzo. Le differenze tra ginnastica artistica maschile e femminile sono le specialità. Le specialità femminili sono: il corpo libero, il volteggio, le parallele asimmetriche e la trave di equilibrio. Quelle maschili sono: il corpo libero, il volteggio, gli anelli, il cavallo con le maniglie, la sbarra e le parallele simmetriche.

Corpo libero

Il corpo libero maschile prevede una serie di esercizi effettuati senza musica. Per il corpo libero si ricorre all’uso di una pedana quadrata di dimensioni 12x12m, con un metro di “sicurezza” intorno. Questa disciplina richiede resistenza fisica e sviluppo dei muscoli degli arti sia superiori che inferiori, ed una base addominale necessaria a molte posizioni di forza resistente.

Anche il corpo libero al femminile si svolge su una pedana che è identica a quella del corpo libero maschile, ma in questo caso la gara è accompagnata musicalmente. Durante l’esibizione sono permessi dei movimenti coreografici che le ginnaste usano per riempire i tempi.

Alcuni elementi fondamentali del corpo libero sono: la capovolta, la ruota, la verticale, la ribaltata, il salto raccolto e il tic tac.

Volteggio

Il volteggio maschile e femminile si differenzia solo per l’altezza della tavola. La tavola del volteggio per le competizioni femminili è posta ad un’altezza di m. 1,25.  Per eseguire un volteggio, i  ginnasti effettuano la rincorsa per acquisire velocità, saltano su una pedana posizionata davanti alla tavola e dopo aver appoggiato le mani sull’attrezzo eseguono il volteggio vero e proprio. Una volta superato l’attrezzo in volo, si arriva al suolo davanti ad esso, l’arrivo è di fondamentale importanza, al fine di ottenere un punteggio elevato durante le competizioni.

Le parallele asimmetriche

Le parallele asimmetriche sono costituite da una struttura in metallo, che, agganciata con cavi al pavimento, sostiene due sbarre in legno posizionate parallelamente ad altezze diverse. L’esercizio alle parallele asimmetriche richiede molta forza nelle braccia, poiché a questo attrezzo le ginnaste eseguono slanci, rotazioni, passaggi in verticale con cambi di impugnature, salti, passaggi da una sbarra all’altra, terminando l’esercizio con un elemento acrobatico che deve concludersi con controllata presa di contatto con la superficie di arrivo.

La trave

La trave di equilibrio, o semplicemente trave è l’attrezzo utilizzato per questa disciplina. Esso è lungo 5 m, largo 10 cm ed ha un’altezza regolabile che nelle competizioni olimpiche va posta a 1,25 m. Durante una gara, i movimenti devono durare come minimo 3 secondi, alcuni tra questi sono la capovolta avanti o indietro, con le mani o senza, la spaccata, la sforbiciata, la ruota, la ribaltata e per terminare l’esercizio si possono effettuare salti mortali con avvitamenti e molte altre acrobazie.

Gli anelli

Gli anelli sono appesi ad una struttura tramite cavi e cinghie fino ad arrivare ad una altezza dal suolo di m. 2,80. L’esercizio agli anelli dura circa un minuto, durante il quale tutti i muscoli degli arti superiori vengono sollecitati in maniera intensa, mentre quelli degli arti inferiori non necessitano dello stesso livello di forza. Il fisico degli anellisti è infatti costituito dalle gambe leggere e dalla bassa statura, per massimizzare il rapporto forza/peso.

L’esercizio prevede elementi di slancio ma anche statici e ogni oscillazione provoca una penalità sul punteggio di partenza. L’uscita dall’attrezzo prevede un movimento acrobatico complesso eseguito in avanti, indietro o sull’asse longitudinale. Tra le posizioni assunte durante un esercizio agli anelli vi sono la croce in verticale, la rondine, il salto avanti alla croce, lo slancio-orizzontale e la salita dalla rondine alla croce verticale.

Il cavallo

Il cavallo con le maniglie è un attrezzo alto da terra 105 cm e dotato di maniglie alte 15 cm montate parallelamente e nella parte superiore dell’attrezzo. L’esercizio di questa disciplina consiste nell’effettuare movimenti tenendosi sull’attrezzo solo con le mani. I movimenti principali dell’attrezzo sono: la sforbiciata, il mulinello, il perno, il trasporto e la camminata. Durante le rotazioni è fondamentale mantenere la stessa velocità di giro e mantenere invariata la posizione del corpo.

La sbarra

La sbarra ha una lunghezza di m. 2,40 ed è posta a m. 2,60 di altezza dal bordo superiore dei tappeti. L’ esercizio è un insieme di elementi di slancio, rotazioni e di elementi volanti eseguiti dal ginnasta senza arresto, vicino e lontano dalla sbarra con impugnature diverse. L’uscita dall’attrezzo è una parte importante nel punteggio totale dell’esercizio e, di solito, è acrobatica e spettacolare.

Le parallele simmetriche

Le parallele simmetriche sono costituite da due sbarre, regolabili a diverse altezze. Il ginnasta, senza mai toccare il suolo con i piedi, effettua una serie di evoluzioni al loro interno sfruttando l’oscillazione sulle braccia. L’esercizio richiede specifiche caratteristiche neuromuscolari quali ritmo, rapidità e coordinazione degli arti superiori, per permettere i salti.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648