Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

La terapia sistemica o pragmatico-relazionale

Concetto cardine di questo approccio terapeutico è quello che ogni volta che un sistema viene portato lontano dal suo stato di equilibrio da un input (interno o esterno), si apre una fase caratterizzata da un periodo di riorganizzazione del sistema, incerta ed aperta a molti possibili sviluppi. È proprio in questa fase che opera il terapeuta: con le sue comunicazioni e teorie di riferimento è considerato come un sistema che entra in contatto con un altro sistema (paziente, famiglia o comunità).

Questo incontro fra sistemi crea un’area di contatto dove il terapeuta introduce un’informazione che modifica il sistema della famiglia, dell’individuo o del gruppo: essa può avere valore sia positivo che negativo e crea una dissonanza. Se tale dissonanza introdotta dalla comunicazione terapeutica viene composta, il sistema avrà a disposizione nuove strutture per riorganizzarsi ad un altro livello.

Nel caso di un sistema familiare, il terapeuta cerca di individuare la persona che ha la capacità e il potere di iniziare il mutamento e di consentire ad esso di avere luogo. Indagherà quali convinzioni possono essere messe a confronto o quali modelli devono essere abbandonati per rendere possibile il mutamento. In un’organizzazione il terapeuta cercherà le persone chiave il cui mutamento di atteggiamento rende possibile il mutamento del sistema organizzativo; in un individuo cercherà quali atteggiamenti o concetti sono aperti al mutamento senza minacciare l’identità più profonda.

Solo in una seconda fase il terapeuta comunica la sua convinzione circa la presenza di dati discordanti e paradossali come problema da risolvere ma deve stare molto attento a tenere sotto controllo il livello di ansia o tensione del sistema perché se esso è troppo elevato, porterà ad una regressione disorganizzante ed a un probabile tentativo di espellerlo dal sistema, mentre se è troppo basso la motivazione al cambiamento sarà minima. La risoluzione dei problemi porta ad un cambiamento del sistema che avrà un nuovo tipo di stabilità dinamica, una nuova organizzazione cognitiva dei dati, minore ansia e maggiore autostima.

 

A cura del Dott. Aldo Gabardo

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648