L’acquagym

Acqua, ginnastica e musica sono gli elementi essenziali dell’acquagym, che letteralmente significa “ginnastica in acqua”.

Le origini della ginnastica in acqua sono molto antiche, considerando che l’acqua come terapia era di moda fin dai tempi degli antichi Greci, dei Romani e degli Egiziani. Il movimento ginnico in acqua deriva dall’esperienza di diversi esercizi atletici praticati durante le varie epoche; però non nasce a scopo competitivo, come tutti gli sport, ma per esigenze diverse, ovvero creare un’alternativa all’aerobica, che fino a quel momento aveva avuto il merito di unire la gente di qualsiasi età. Oggi, dopo circa venti anni di attività, la ginnastica in acqua è in crescente successo in tutto il mondo ed è praticato soprattutto dalle donne.

Il corpo umano in acqua pesa l’80% in meno ed è questo che rende gli sport acquatici in apparenza meno faticosi. L’acquagym può essere praticato anche da chi non sa nuotare perché si pratica nell’acqua bassa, a bordo vasca.

La presenza dell’acqua influisce sul corpo in vari modi: innanzitutto lo sostiene, così da rendere i movimenti meno faticosi; al tempo stesso l’acqua oppone resistenza al movimento e agisce quindi sui muscoli. Essa è eseguita a corpo libero utilizzando attrezzi acquatici che aumentano l’intensità degli esercizi e rendono il lavoro stimolante e tra i vari tipi di ginnastica in acqua è forse la più completa, in quanto gli esercizi su cui si basa si ispirano a diverse discipline quali il pugilato, il jogging, lo yoga, l’aerobica, lo judo, la danza. I benefici dell’acquagym sono principalmente il risultato del massaggio che l’acqua esercita sul nostro corpo quando ci muoviamo e questo tipo di attività è ottima per chi desidera un allenamento per bruciare grassi senza sovraccaricare le articolazioni. Essa è, infatti, adatta a tutte le età e viene spesso consigliata da medici e fisioterapisti a seguito di una riabilitazione, perché trattasi di un’attività dolce, grazie alla mancanza di gravità, non crea pericoli di traumi ossei o articolari. Altri aspetti positivi dell’acquagym possono essere riassunti nei punti seguenti:

 

      tonifica ed elasticizza l’apparato muscolare;

 

      migliora la flessibilità delle articolazioni;

 

      migliora la funzionalità dell’apparato cardiocircolatorio e aiuta la respirazione;

 

   aiuta a combattere la cellulite e il sovrappeso, infatti la ginnastica in acqua assottiglia, modella, combatte la ritenzione idrica e fa sentire più snelle e toniche;

 

      favorisce lo sviluppo della forza fisica;

 

      cura lo stress e le tensioni.

 

Per raggiungere questi obiettivi è fondamentale essere costanti e dedicare a quest’attività almeno trenta minuti, preceduti da cinque minuti di riscaldamento fuori dall’acqua, per un minimo di due volte la settimana.

 

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR