Warning: Declaration of AMW_Related_Sub_Items_Walker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/piubenes/public_html/piubenessere.it/wp-content/plugins/advanced-menu-widget/class-advanced-menu-walker.php on line 0
L'importanza della masticazione -

L’importanza della masticazione

La masticazione è un atto sacro, mediante il quale si può prevenire e curare la maggior parte delle malattie ed è il fattore più importante per una buona digestione e assimilazione.
La digestione inizia nella bocca: attraverso un’accurata masticazione il cibo si mescola con la saliva e i denti lo sminuzzano rendendolo il più fine possibile.
In questo modo il cibo raggiunge lo stomaco nella sua giusta composizione e la poltiglia predigerita viene qui scissa in componenti più piccole, con il risultato che l’assimilazione di tutte le sostanze nutritive sarà più agevolata. Il cibo masticato bene non solo facilita il lavoro dello stomaco, ma alleggerisce tutti i passaggi digestivi.
L’esito benefico di una buona masticazione è immediato e viene avvertito in tutto il corpo.
Ogni volta che si mangia, si dovrebbe essere consapevoli del fatto che il cibo ingerito diventerà il proprio sangue e quindi il proprio corpo. Una buona masticazione è indice di una maggiore attenzione per il cibo che si sta mangiando e con essa si dimostra la propria gratitudine e cura sia per il cibo che per il proprio corpo.
La masticazione esalta il sapore del cibo e facilita la guarigione. Questa pratica educativa costante e giornaliera rinforza il sangue, lo rende alcalino ed è indispensabile in caso di malattia.
G. Ohsawa raccomandava ai malati di accettare un’alimentazione macrobiotica possibilmente vegetariana, ma sottolineava soprattutto l’importanza della masticazione del cibo.
La pratica della masticazione, ampiamente trattata al Natural Immunity, migliora la condizione della persona e previene la malattia.
Il pasto, inoltre, deve essere ordinato. Alcuni iniziano con qualunque cosa si trovano davanti. Ma questo comportamento non è saggio. Dobbiamo invece disciplinarci per seguire un certo ordine.
E’ bene iniziare con una zuppa o una minestra. Poi si dovrebbe mangiare un piatto di riso o di altri cereali, seguito da legumi, carne o pesce, verdure e alla fine la frutta o un dolce. Qualsiasi tipo di bevanda o dolce inibisce il sistema digerente; pertanto si raccomanda di assumerne solo alla fine del pasto.
Iniziare con un cibo caldo e masticare bene riattiva la secrezione dei succhi gastrici tramite il sistema nervoso parasimpatico, e il cibo viene assimilato bene, senza causare indigestione o bruciori di stomaco.

Fonti: Il medico di se stesso – Noboru B. Muramoto

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR