Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

Il massaggio Ayurvedico, descrizione e benefici

Il massaggio Ayurvedico, definito genericamente “Abhyangam”, è un insieme di tecniche e manualità, nato in India migliaia di anni fa ed evolutosi nel tempo con svariate differenziazioni; alcune di esse sono state codificate ufficialmente nella tradizione ayurvedica, mentre altre restano patrimonio non ufficiale in quanto si tramandano a livello familiare e personale.
Tutte hanno come finalità principale l’oliazione profonda e pervasiva del corpo con i c.d. “oli medicati” ayurvedici; ciascuno di essi mira a riequilibrare e pacificare determinati squilibri, fisici o sottili, della persona.

Il massaggio Ayurvedico purifica e riequilibra il corpo, la mente e lo spirito con una triplice azione:

– attraverso la manipolazione fisica, una dolcissima coccola prepara il corpo per la fase successiva del trattamento ovvero il riequilibrio dei “Dosha” (in realtà andrebbe scritto con una “s” diversa e senza la “h”, ma solitamente lo trovate scritta così);

– l’olio medicato svolge azione pacificante sul corpo, rinforzando la salute e le difese naturali di pelle, cute, organi interni, corpo “sottile” della persona;

– attraverso l’azione sui Marman, c.d. “punti di emergenza del corpo sottile sul corpo grossolano”, si riequilibra la persona a livello sia psicofisico che emotivo e si aiuta il corpo ad eliminare le tossine ed attivare i propri meccanismi autonomi di potenziamento delle difese naturali.

L’Abhyangam favorisce il ritorno alll’armonia tra corpo e mente che è alla base della salute e della bellezza, anche interiore, della persona, promuovendo ed incoraggiando il riequilibrio spirituale.
E’ consigliato a chi vuole prevenire l’invecchiamento estetico ed organico, favorendo il raggiungimento ed il mantenimento del massimo livello di benessere olistico possibile per la persona.

Aiuta ad innalzare le difese dell’organismo durante i cambi di stagione. E’ un potente strumento per aiutare a “riportare la mente nel corpo”, riconciliando tensioni emotive, psicofisiche, sessuali.

Si svolge su lettino o a terra, su futon, in ambiente caldo, accogliente e confortevole, con grande attenzione all’igiene ed alla persona, in un clima di assoluta fiducia e serenità.
Si fa uso di oli medicati di altissima qualità, 100% naturali.
Si possono usare anche oli base, organici e spremuti a freddo, abbinati ad oli essenziali purissimi (integratori alimentari).
Per l’ambiente, vengono usati incensi ed oli essenziali naturali e pregiati.

A seconda del trattamento che si desidera fare, ogni sessione ha una durata variabile tra 45′ e due ore o più.
Questo tempo comprende un breve colloquio iniziale ed un periodo di “risveglio e ritorno al mondo esterno” di chi riceve il massaggio.

E’ bene, se possibile, favorire l’azione dell’olio sul corpo e sulla mente:
– recarsi al massaggio con vestiti e scarpe comodi, che non si teme vengano unti e/o conservino l’odore degli oli usati, in giornate umide e/o fredde, portare con sè copricapo e/o giacchino per compensare temperatura;
– se possibile, lasciare tutta la superficie del corpo favorevole all’azione dell’olio e del massaggio: lasciare le unghie di mani e piedi senza smalto, non truccarsi il viso, portare i capelli sciolti, senza piega e/o fissanti;
– avere cura di essere a digiuno (cibi solidi) da almeno un’ora e mezza e di non essere in una delle condizioni in cui il massaggio è sconsigliato. Per quanto in genere il massaggio ayurvedico eseguito da mani esperte sia un trattamento dolce e consigliabile a tutti, in ogni età e condizione, in taluti casi è bene porre attenzione:

  • periodo mestruale (i primi tre giorni o anche più se il flusso è particolarmente abbondante) e primi tre mesi di gravidanza (per alcuni trattamenti ayurvedici il divieto è esteso ai nove mesi)
  • stati febbrili, stati infiammatori in fase acuta, stomaco pieno
  • in presenza di Ama (tossine) in eccesso, le terapie snehana non vanno effettuate
  • in periodo post-operatorio da meno di un sei mesi – un anno, seguire le indicazioni del medico
  • in presenza di particolari ed importanti patologie, seguire le indicazioni del medico

– (prima del massaggio) non indossare bracciali, orecchini, collane, fermacapelli, ecc., rimuovere se possibile eventuali piercing. E’ bene avvertire l’operatore di eventuali allergie, problemi articolari, capillari fragili, operazioni subite, sensazioni di malessere generale, presenza di lenti a contatto sugli occhi.
– (dopo il massaggio) restare in quiete ed a riposo almeno 15′; lasciare sulla pelle un filo dell’olio ricevuto nel massaggio, rimuovendo l’eccesso con tamponatura delicata. E’ consigliato fare, se possibile, una sauna o meglio ancora un trattamento “sudatorio” ayurvedico; quanto meno, entro un’ora o due, farsi una doccia calda o tiepida usando prodotti naturali. Concedersi, se possibile, un resto di giornata tranquillo e sereno, in modo da massimizzare l’effetto del massaggio.

Per info, appuntamenti e contatti: 338-3499846 Antonio

Di Antonio Mannocchi

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648