Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

Meditazione Zen: Onde cerebrali e sonno

La misurazione delle onde cerebrali di persone addormentate ha dimostrato che il passaggio dalla veglia al sonno segue uno schema fisso per la maggior parte di noi. Nella prima fase, quella dell’assopimento, il cervello emette regolarmente onde alfa. A mano a mano che ci si immerge nel sonno, le onde alfa cessano e cominciano ad apparire le onde theta, che hanno una frequenza minore, e caratterizzano il sonno vero e proprio. Gradualmente le onde theta lasciano il posto alle onde delta, che sono di frequenza ancora minore, e sono caratteristiche del sonno profondo.

All’inizio, se qualcuno chiama la persona addormentata, il cervello di questa risponde emettendo onde di frequenza superiore (il processo con cui questo fenomeno si verifica viene denominato “complesso K di onde”).
A poco a poco, però, il sonno diventa ancora più profondo, e si ha una prevalenza di onde di frequenza bassissima: quando si raggiunge questo stadio, rumori e scuotimenti leggeri non ottengono alcuna risposta del dormiente.

 

Fonti: “Meditazione Zen come terapia” di Tomio Hirai

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648