Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

Meditazione Zen e Respirazione addominale

Respirazione addominale

Dovrebbe essere ormai chiaro che il controllo della respirazione contribuisce a migliorare la resistenza fisica e la stabilità mentale; ma, oltre ai metodi già descritti in precedenti articoli, ci sono molti altri metodi per ottenere tale controllo.

Il controllo della respirazione addominale, per esempio, è un sistema formulato dal grande Hakuin (1685-1768), un monaco Zen della scuola Rinzai, sulla base delle sue esperienze personali. Queste le caratteristiche del sistema: la mente si concentra sull’ombelico, l’addome è in tensione e la respirazione è regolare.

Concentrazione sull’ombelico

Il metodo utilizzato per raggiungere la concentrazione sull’ombelico è un po’ indiretto. Se si cerca di concentrare la propria attenzione su un punto come l’ombelico, è probabile che il risultato sia la comparsa di sensazioni, in quel punto, che impediscono di ottenere la calma necessaria. Per evitare questo inconveniente, il metodo della respirazione addominale di Hakuin richiede prima di tutto che ci si immagini un dolore bruciante sulla sommità del capo. La mente può concentrarsi su questa sensazione immaginaria; in seguito, la stessa concentrazione può essere spostata sull’ombelico o sulla regione addominale. La respirazione addominale contrasta la sensazione di bruciore sulla testa.
La teoria su cui si basa questo sistema è definita, dai medici, dispersione della concentrazione ed è collegata all’idea che una concentrazione eccessiva su una cosa produca tensione e pertanto abbia un effetto negativo. La teoria di Hakuin, che è fondata su elementi riconosciuti dalla scienza moderna, è stata particolarmente utile per la medicina.
Per imparare bene questo metodo, innanzitutto sedetevi a gambe incrociate sul pavimento in modo da spingere indietro l’addome. Il capo deve essere un po’ piegato, in modo da dirigere il viso verso l’ombelico; il tronco sporge leggermente in avanti.
Può essere utile mettere un cuscino sotto le natiche. Immaginatevi una sensazione di bruciore in cima alla testa, e respirate profondamente con forza, in modo da contrastare questa sensazione spiacevole.
Una volta assimilato il metodo, il semplice assumere la posizione da seduto a gambe incrociate sarà sufficiente per far comparire una respirazione addominale lenta e profonda.

Fonti: Meditazione Zen come terapia (Tomio Hirai)

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648