Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

A proposito di Pet Therapy

Negli ultimi tempi l’attenzione dei media e dei quotidiani è spesso rivolta ad un nuovo settore di benessere: la Pet Therapy. Il primo ad utilizzare questo termine fu, intorno al 1960, il neuropsichiatra infantile Boris Levinson. Lui parla nelle sue teorie degli effetti positivi che i pazienti traevano dalla compagnia degli animali.

Egli stesso applicò nelle sue terapie e nella cura degli stessi. Ha documentato come l’animale da compagnia poteva favorire il rapporto tra terapista e paziente e migliorare la motivazione di questi ultimi ad aver maggiore cura di sè. Da lì in poi si sono succeduti molteplici studi che ci portano oggi a intendere la Pet Teraphy come una terapia dolce, basata sull’interazione uomo-animale.

a proposito di pet therapy

A proposito di pet therapy

Pet therapy: una co-terapia con l’aiuto del nostro animale

Non è da intendersi come terapia a sé stante, ma bensì come una co-terapia accompagnata dalla presenza di un animale/Pet. A tal proposito vengono coinvolti con successo cani, cavalli, conigli, gatti, delfini e persino le capre! Anche in commercio troviamo una buona letteratura scritta da diversi professionisti. Tra cui in particolare medici e psicologi. Essi descrivono le esperienze e i benefici che i pazienti traggono dagli animali che hanno agevolato il loro percorso di guarigione. Ancora articoli e storie di pazienti affetti da gravi malattie, risolte poi in una guarigione grazie anche alla presenza dell’animale.

Se da un lato parlare della Pet Therapy e dei suoi benefici offre una valorizzazione in più del Pet e del benessere che scaturisce dal suo apporto, dall’altro si rischia di idealizzarne l’intervento. Di scadere in forme di pensiero tali per cui la sola presenza dell’animale sia di beneficio e comunque sempre positiva.

Difficoltà

Le Attività e Terapie Assistite dagli Animali sono molto più complesse di quel che possono apparire. Ogni intervento richiede un team composto da diverse figure fondamentali e necessarie al paziente. Da una parte per una buona riuscita della terapia. Dall’altra per la tutela dello stesso. E così avremo equipe composte dal medico, dallo psicologo, da un eventuale insegnante di sostegno, laddove già presente affianco al paziente, e non da ultimo l’operatore di Pet Therapy.

Si possono poi trovare altre figure professionali a seconda del caso che si affronta. Queste figure insieme, si occupano di sviluppare un progetto con degli obiettivi precisi e un monitoraggio costante durante e dopo le sedute di Pet Therapy. Ogni intervento deve essere studiato “su misura” in base alla patologia del paziente, al numero di sedute che si prevede di proporre, alla struttura che ospiterà gli eventi e al tipo di animale che verrà coinvolto.

Questo perché ovviamente non tutti gli animali sono adatti a tutti i tipi di intervento. E non tutti possono essere utilizzati con qualsiasi paziente o patologia. Deve esserci una grande attenzione quindi, nella stesura del progetto e del singolo caso. Si sente parlare frequentemente del coinvolgimento dei cani. Questo grazie alla loro grande capacità di adattamento nei diversi luoghi e strutture dove vengono condotti, alla socievolezza tipica di molte razze, alla grande collaborazione insita nella loro natura, con il conduttore. Tutte qualità che fanno del cane uno dei migliori compagni anche per questo tipo di attività.

Tutti i cani sono adatti per la Pet Therapy?

Tuttavia prestiamo attenzione al particolare non irrilevante: non tutti i cani sono coinvolgibili nei progetti di Pet Therapy. Perché un progetto abbia successo è necessario tenere conto del carattere del soggetto/cane. Verificare quindi se le sue motivazioni e le sue attitudini possono essere funzionali alle attività che si proporranno al paziente. Fondamentale è anche il percorso formativo che cane e Pet Operator hanno svolto insieme, al fine di essere preparati ai pazienti con i quali si rapporteranno.

Percorso formativo

Durante il percorso formativo cane e conduttore dovranno imparare a comprendersi e comunicare molto rapidamente costruendo un feeling unico e molto forte. Il conduttore dovrà conoscere bene il linguaggio del cane, e ancor di più, se il suo compagno è proprio il suo cane! L’operatore deve infatti essere in grado di leggere possibili segnali di stress e affaticamento che il suo compagno potrebbe porre in atto, al fine di tutelarlo ed eventualmente allontanarlo momentaneamente dalla seduta.

Tutto questo al fine di indirizzare al meglio la stessa relazione che il paziente instaurerà con l’animale. In questo modo l’animale potrà imparare a collaborare positivamente rispondendo ad alcune richieste utili come “seduto” o “terra”. Oppure potrà imparare dei giochi che verranno poi proposti in seduta. Ma quel che sarà fondamentale constatare sarà il grado di piacevolezza che il cane prova stando in seduta e a contatto con i pazienti, per lui sconosciuti.

Un cane “costretto” a partecipare ai progetti di Pet Therapy, si limita a tollerare questo genere di interazione. Questo non è certo un comportamento auspicabile ne salutare. Sia per la tutela del cane stesso che per la buona riuscita dell’intervento.

L’animale non va quindi inteso sempre e comunque come un emanatore di energia positiva! Ciò che realmente può apportare benefici al paziente è una relazione con il cane all’interno di un percorso giusto ed equilibrato, il cui sviluppo deve essere agevolato ed aiutato dal team di professionisti.

 

Di Eleonora Raga

Leggi altri articoli di Eleonora Raga QUI

 

About the Author

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648