Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

Le proprietà benefiche del peperoncino

Il genere Capsicum, al quale appartiene il peperoncino è probabilmente la spezia più importante ed utilizzata nelle cucine di tutto il mondo. Uno dei principali componenti del peperoncino rosso è la capsaicina, una sostanza a cui sono legate parecchie proprietà benefiche conferite al peperoncino. Secondo studi pare che il peperoncino possa essere d’aiuto in alcune patologie croniche, quali il diabete e alcuni tipi di tumori, grazie proprio alla capsaicina e si è inoltre scoperto come il principio attivo del peperoncino riduca la crescita di cellule tumorali della prostata, per ora sperimentato solo sugli animali.
E’ originario delle Americhe, ma attualmente è coltivato in tutto il mondo e il genere comprende varie specie di peperoncini: piccanti, ornamentali e dolci.

Come tanti alimenti salutari, il peperoncino era conosciuto fin dall’antichità, ma fu importato in Europa da Cristoforo Colombo solo nel suo secondo viaggio nel 1493.
Le proprietà del peperoncino sono davvero numerose; essendo un ottimo vasodilatatore, è in grado di migliorare la circolazione sanguigna e proteggere il sistema cardiovascolare. In esso troviamo molti acidi grassi insaturi, che permettono di rafforzare i vasi sanguigni e di mantenere elastici i capillari, migliorando a loro volta l’ossigenazione del sangue; anche i capelli trarrebbero giovamento dal consumo di peperoncino.

Secondo la medicina cinese e la medicina ayurvedica il peperoncino ha un’azione rigenerante sul sangue, ritenendolo quindi un buon rimedio contro depressione, inappetenza e cali metabolici.
Il peperoncino ha un effetto positivo anche sul peso forma, considerato che la sua assunzione può aiutare a bruciare i grassi in eccesso e a eliminare le tossine con la sudorazione. E’ indicato in caso di tosse perché ha una buona quantità di proprietà antinfiammatorie ed è capace anche di alleviare i dolori reumatici, è sufficiente metterlo a macerare nell’alcool, per poi applicarlo sulla parte dolorante. Il peperoncino è ricco di vitamina C e vitamina E, grazie a quest’ultima il peperoncino ha conquistato il titolo di potente afrodisiaco, poiché questa vitamina è ritenuta la vitamina della fecondità e della potenza sessuale.

Nonostante i tanti aspetti positivi di questa spezia, ha anche alcune controindicazioni, che sono valide per i soggetti che soffrono in particolare di alcune patologie: ulcera, gastroenterite, cistite, epatite, emorroidi; ed è inoltre sconsigliata l’assunzione ai bambini sotto i 12 anni, oltre che alle donne in gravidanza o nel periodo dell’allattamento.
Quando lo si taglia, è bene proteggersi con i guanti, per evitare irritazioni alla pelle delle mani e bisogna anche evitare il contatto con gli occhi, la bocca o le mucose. Se gli occhi si espongono al peperoncino, cominciano a lacrimare, arrivando, nei casi più gravi, anche alla congiuntivite.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648