Rapporto di coppia: quando la relazione va in vacanza!

“Nel momento in cui l’amore diventa un rapporto di coppia, diventa anche un legame, nascono aspettative, richieste, frustrazioni e uno sforzo da entrambi le parti di dominare, una lotta per il potere.

Osho, The Hidden Splendor

Rapporto di coppia: la relazione va in vacanza

Quando un rapporto di coppia va in vacanza

Durante le vacanze una coppia si trova fuori dalla routine giornaliera dei doveri e degli obblighi. Quale occasione migliore per godere del reciproco stare insieme, dell’intimità, delle affinità (più o meno elettive…), della condivisione, della libertà e del piacere. Settembre, però, è tempo di rientri. Eed è anche un buon mese per i consulenti matrimoniali e per le richieste di separazione. Perché il ritorno dalle vacanze è un po’ un fare il punto per molte coppie. Perché la relazione in vacanza spesso fatica a reggersi. E’come se la coppia si trovasse di fronte a qualcosa di esplosivo che non sa bene come gestire.

Ma in realtà, talvolta è proprio la relazione che stenta a venire fuori in modo autentico. Perché tra la routine lavorativa e le responsabilità casalinghe si perde il significato della vita di coppia, dello stare insieme, e del come realizzarlo. Essersi scelti…. in nome di cosa e per fare cosa? Ecco che, quando i tempi della coppia non sono più scanditi da azioni e obblighi pre-stabiliti, questa libertà di vedere, capire e accettare l’altro, scopre inevitabilmente le rispettive zone d’ombra.

Dopo la prima settimana di vacanze si accusa il primo colpo. Si inizia a discutere su tutto. Le piccole differenze diventano insopportabili. Inizia il mal di testa. Si perde l’appetito. Nulla è più divertente (tantomeno rilassante..). Un parere espresso con noncuranza è vissuto come un’aspra critica. Un cambio di programma per la sera costituisce un attacco personale…o peggio un sabotaggio della vacanza. E da qui al calo del desiderio il passo è breve. Risultato: si rientra dalle vacanze scarichi e delusi, con la sensazione di essere stati via con un irritante estraneo/estranea.

Perché la vacanza mette in crisi il rapporto di coppia?

Se la vacanza mette a dura prova la relazione di una coppia su tre, ci sarà un motivo plausibile. Uno degli errori più comuni è quello di pensare che tutto quello che riguarda la parte più profonda e ludica della relazione sia possibile senza sforzo, proprio perché ritenuta “istintiva”. Comunemente si pensa, sbagliando, che le affinità, i gusti, il corteggiamento siano elementi spontanei e il sottovalutare il narcisismo che risiede in ognuno di noi fa sì che lo sconvolgimento arrivi quando l’altro non risponde esattamente a quello che noi ci aspettavamo.

Si genera così una tensione che inevitabilmente sfocia in mutismi, ripicche e aggressività. Durante la vacanza ci si aspetta che emerga solo il lato piacevole della relazione, ma non è così. Una coppia che condivide la vita da almeno uno, due anni, ha iniziato ad accumulare nel suo patrimonio relazionale screzi, differenze di punti di vista, ripicche, incomprensioni. Tutto questo viene con noi in vacanza che perciò rischia di diventare un ring dove ogni colpo è ammesso! Ecco perché la vacanza dovrebbe essere l’occasione per apprezzare la leggerezza, ovvero la capacità di scoprire l’altro e incuriosirci delle sue differenze-da-noi. Essere più accomodanti sarebbe un buon inizio in nome di quell’amore per il quale l’impegno è stato preso!

Controllo o libertà?

L’orgoglio, la supremazia e il controllo dell’altro spesso portano ad amplificare sciocchezze in un crescendo di battute taglienti che arrivano inevitabilmente alla lite e al broncio.
Al contrario, al rapporto di coppia dovrebbe giovare questo periodo di libertà. Da vivere per conoscersi e apprezzarsi di più, reciprocamente. Oltre alla leggerezza impariamo ad introdurre nella relazione la capacità di ascolto verso l’altro, di comprensione nel seguirlo/a nei suoi ritmi veri, non più scanditi dalla routine cittadina. Una volta tanto viviamo nel qui e ora senza continuamente progettare, desiderare, organizzare. Sicuramente non facile ma sarebbe un peccato sprecare un’occasione per consolidare la relazione che viviamo.

Perché è ora, durante questa vacanza, che possiamo gettare le basi per un ritorno alle consuetudini della convivenza che permettano di rafforzare e rendere più viva e salda la coppia apportando quei cambiamenti che la rendono e la renderanno sicuramente vitale. Una volta tanto molliamo, lasciamoci andare all’atteggiamento mentale dell’escursionista curioso che è felice di scoprire nuovi luoghi inesplorati, le sorprese piacevoli potrebbero stupirci.

A cura della dott.ssa Antonella Serra

Leggi altri articoli della Dott.ssa Antonella Serra QUI

 

 

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR