Le regole beach volley: come funziona il gioco e i segnali?

Il beach volley è uno sport di squadra che fa parte dei giochi olimpici, e si gioca sulla sabbia. Nasce come variante del gioco della pallavolo, ma da semplice divertimento sulle spiaggie, si evolve fino a diventare sport professionistico in diversi paesi del mondo. Le regole beach volley sono semplici: Due squadre di giocatori di due persone ognuna si scontrano su un campo di sabbia diviso in due da una rete.

regole beach volley - regole del beach volley - segnali beach volley
Come nella pallavolo, l’obiettivo del gioco è quello di inviare la palla sopra la rete per farla cadere nel campo avversario, cercando di opporsi allo stesso obiettivo della squadra avversaria. Ogni squadra ha a disposizione tre tocchi, che comprendono il tocco del muro, a differenza della pallavolo. La palla si mette in gioco con un servizio (un colpo del servitore diretto sopra la rete al campo avversario) e lo scambio continua fino a che la palla tocca terra in campo, fuori dal campo (out), o una squadra fallisce nell’attacco.

La squadra che vince lo scambio guadagna un punto (Rally Point System). Se la squadra che riceve vince lo scambio, oltre al punto vince anche il diritto al servizio. Il giocatore di servizio deve cambiare ogni volta che si verifica questa combinazione.

Questo sport nasce in California e nelle isole Hawaii ed è ora molto popolare anche in regioni che non hanno una linea costiera, come la Svizzera.

Le regole del beach volley

Le regole del beach volley sono diverse rispetto a quelle della pallavolo, fondamentalmente per:

  • area di gioco
  • numero di partecipanti
  • sistema di punteggio
  • caratteristiche del tocco
  • cambio campo
  • caratteristiche del pallone

L’area di gioco del beach volley è un rettangolo di sabbia di 16x8m. Profondo almeno 40 cm e composto da sabbia fine ma non appiccicosa. Circondato da una zona libera larga di 3m minimo e con uno spazio libero sopra l’area di gioco di almeno 7 m. Il campo si delimita da linee di gioco di larghezza 5–8 cm, ed è assente la linea centrale. L’altezza e le caratteristiche della rete sono le stesse della pallavolo (2.24m per le donne e 2.43 per gli uomini).

Squadre beach volley

I partecipanti per squadra sono 2 giocatori e non sono ammessi cambi. I giocatori sono liberi di posizionarsi all’interno del campo da gioco, eccezion fatta per il giocatore di servizio. Un membro della coppia ha il ruolo di capitano. Si gioca a piedi scalzi, a meno di specifiche e momentanee autorizzazioni.

Come funziona la partita? Beach volley regole del gioco

Una partita è articolata in set e la vittoria va al meglio dei tre set. Per vincere un set sono necessari 21 punti, con un vantaggio minimo di due punti. In caso di parità al termine del secondo set, il terzo e ultimo set si assegna alla squadra che ottiene per prima 15 punti con un vantaggio minimo di due punti.

Si commette fallo di attacco, se la palla viene colpita e indirizzata dalle sole dita con i polpastrelli (pallonetto). Se l’attacco in palleggio ha una traiettoria non perpendicolare alla linea delle spalle (a meno che questo non sia stato indirizzato al compagno). Per effettuare colpi a pallonetto vanno usate le nocche. Qualsiasi tocco, compreso quello di ricezione e difesa, deve essere pulito. La palla non può essere catturata, bloccata, trattenuta o accompagnata. Fanno eccezione l’azione difensiva di un attacco forte, che può essere difeso sopra la testa a mani aperte e l’azione contesa a muro. In entrambi i casi la palla può essere brevemente trattenuta. Il tocco di muro conta come tocco di squadra.

Si effettua cambio campo alla fine di ogni set, ogni sette punti e suoi multipli durante il primo e il secondo set, ogni cinque punti e suoi multipli nel terzo ed ultimo set. Questo per mediare tra le due squadre le caratteristiche del campo, come ventilazione e insolazione.

Il pallone, di pelle sintetica o similari, è ricoperto di un materiale impermeabile. È leggermente più grande di quello da pallavolo (66–68 cm) ed è gonfiato ad una pressione minore (171-221 hPa), ma il peso deve essere lo stesso (260-280 g).

Regole beach volley e Segnali beach volley

Nel beach volley si usano i segnali al compagno per comunicare le intenzioni di muro nella fase “break”. Questi segnali vengono fatti dietro la schiena con entrambe le mani, così da poter differenziare i due giocatori. Sono tendenzialmente quattro: un dito disteso della mano, indica che sul giocatore corrispondente alla mano stessa, si terrà un muro lungo la linea laterale del campo. Due dita distese indicheranno invece un muro diagonale. Il pugno chiuso indicherà un “pull off”, ovvero una “finta” a muro per raggiungere velocemente la posizione di difesa. La mano aperta indica invece l’intenzione di murare la palla e non una determinata zona del campo.

 

About the Author

Related Posts

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR