Tuo figlio non studia e va male a scuola? Scopri come relazionarti con lui

Alcuni bambini sono fortunati di avere il piacere per lo studio, mentre altri odiano studiare. Relazionarsi con un figlio che ha scarse capacità di studio in modo corretto e costruttivo, porta benefici al genitore, all’insegnante e al bambino stesso. Puoi prendere una serie di misure proattive per comunicare con i tuoi figli e aiutarli a sviluppare migliori abitudini e abilità di studio. Ricorda: la disciplina è importante, ma tuo figlio farà il suo meglio se è motivato dalla gioia di imparare.

relazionarsi con figlio - comunicare con i figli per stimolare lo studio

Come comunicare con i figli per stimolarli allo studio

Relazionarsi con figlio costruendo disciplina

#1: Aiuta tuo figlio a rendersi conto che il modo in cui studia è importante.

Mostragli alcuni esempi. Portalo ad una persona consapevole dello studio e lascia che gli faccia delle domande sul perché studia così tanto. Raccontagli della tua infanzia a scuola e spiega quanto è stato stimolante e divertente per te studiare.

#2: Inizia da quando è piccolo.

Non appena il bambino inizia qualsiasi tipo di scuola, inizia a insegnargli come gestire il suo tempo. Insegnagli che la scuola è una priorità su cose come i giochi e la TV, e prendete l’abitudine di finire il lavoro scolastico prima di ogni altra cosa.

#3: Insegna le conseguenze.

Se tuo figlio non è andato bene a scuola durante l’anno, ci sono dei corsi di recupero o qualche scuola estiva. Il tuo bambino probabilmente non amerà l’idea delle lezioni estive, ma questo può essere un ottimo modo per insegnargli che se avesse studiato più durante l’anno, avrebbe avuto più tempo libero durante l’estate. I corsi di recupero possono aiutare i tuoi figli a raggiungere il livello dei loro coetanei l’anno successivo.

#4: Cerca di non forzare tuo figlio a studiare.

Se siedi tuo figlio al tavolo della cucina per tre ore con un libro di testo e chiudi la porta, è probabile che si rifiuti di studiare. Se insisti costantemente sull’importanza di studiare urlando contro di lui quando non lo fa, il bambino può cominciare a risentirsi sia per lo studio che per te come figura di autorità all’interno della casa. Se chiedi a tuo figlio di studiare in modo rilassato e rendendolo consapevole dell’importanza di studiare, il risultato sarà sicuramente diverso.

  • “Probabilmente dovresti andare a studiare” suona molto meglio a tuo figlio di “Studia adesso”, e lui / lei potrebbe essere più propenso a pensare “Forse dovrei andare a studiare proprio adesso.”
  • Incoraggia positivamente tuo figlio e fagli scoprire da solo perché ha bisogno di studiare. La pressione costante può portare a ribellioni estreme e / o risentimento.

 

#5: Dai il buon esempio.

Lascia che tuo figlio ti veda mentre lavori su qualcosa di correlato al lavoro. Quando tuo figlio studia o completa un compito a casa, siediti con lui e lavora su qualcosa che anche tu devi fare. Fissa un’ora ogni sera per lo studio – questo include te!

#6: Fai delle pause.

Assicurati che i tuo figlio prenda delle brevi pause (anche di gioco) per decomprimere una lunga sessione di studio, altrimenti potrebbe stressarsi troppo, il che può avere un impatto negativo sulla sua salute, sulla sua vita sociale e sul rendimento scolastico. Studiare per oltre 20 minuti alla volta può portare i bambini a perdere la concentrazione, quindi 20 minuti di riposo ogni 20 minuti di studio possono aiutare il bambino a memorizzare ciò che sta leggendo.

  • Non far stare tuo figlio al computer tutto il giorno. Assicurati che i suoi occhi siano riposati e assicurati che possa trascorrere molto tempo fuori.
  • Se costringi i tuoi figli a lavorare più a lungo di quanto siano in grado di concentrarsi, potrebbero non ottenere tanto dal loro studio, e potrebbero sviluppare associazioni negative con l’intero atto dello studio.

 

#7: Osserva il gruppo di amici di tuo figlio.

Se gli amici di tuo figlio non vanno molto bene a scuola e non studiano, c’è una buona possibilità che le loro abitudini e comportamenti influenzino l’atteggiamento di tuo figlio. Considera se è il tuo comportamento ad interferire con la vita sociale di tuo figlio. Potresti considerare di parlare con tuo figlio, parlare con i genitori dei suoi amici o limitare il tempo del tuo bambino con alcuni amici. Come ultima soluzione, se altri interventi non funzionano, potresti valutare di cambiare scuola.

Comunicare con i figli: come incentivare lo studio

#1: Imposta un sistema di ricompensa.

Ogni lavoro dovrebbe essere premiato, quindi rendi lo studio gratificante. Un lavoro compiuto, porta un premio in più, più tempo per la TV, più tempo per giocare… qualunque cosa motiva i tuoi figli. Assicurati di spiegare chiaramente come funziona il “sistema”. Ci sono due modi per “corrompere” i tuoi figli:

  • Dì a tuo figlio che se studia, potrà ottenere qualcosa. Ad esempio: se studia per un’ora oggi, potrà. ottenere una barretta di cioccolato o 30 minuti in più di tempo libero. Alcuni bambini potrebbero non accettare l’offerta.
  • Dì a tuo figlio che se non studia, allora non riceverà qualcosa. Per esempio: se non studia per un’ora oggi, non raggiungerà i suoi amici.

 

#2: Ispira tuo figlio con obiettivi.

Lo studio può sembrare inutile e astratto per i bambini quando non ne vedono il senso. Assicurati che capiscano dove lo studio può portarli. Parla loro di come lo studio può migliorare i loro voti, il che, a sua volta, aumenterà le scelte universitarie a cui possono andare, il che può consentire loro di fare qualsiasi cosa vogliano fare in futuro!

#3: Coinvolgi tuo figlio mettendo in relazione argomenti meno “divertenti” con le materie che ama.

La maggior parte dei bambini preferiscono naturalmente determinati argomenti rispetto ad altri. Con il passare del tempo, potrebbero imparare ad amare gli argomenti che risultano facili ed evitare gli argomenti che richiedono più lavoro. Questo può portarli a chiudersi quando le cose diventano più difficili e a trovare scuse per non affrontarle. Ad esempio, prima che tuo figlio si “conivnce” che non ha bisogno di matematica perché, “chi usa davvero l’algebra comunque?” , aiutalo a capire che la scuola è più divertente quando segue i propri interessi, ma che è molto importante avere una visione completa.

  • Se tuo figlio ama la storia ma odia la matematica, potresti provare a coinvolgerlo con la storia dei numeri. Raccontagli storie su famosi matematici per aggiungere un po ‘di romanticismo all’argomento. O aiutalo a capire come metodi matematici come la datazione al carbonio ci aiutano a capire meglio le linee temporali storiche.
  • Chiedi all’insegnante di tuo figlio, agli amici esperti o a un tutor privato di aiutarti. Prendi in considerazione l’utilizzo di risorse online come giochi e video didattici su YouTube per coinvolgere i tuoi figli.

 

#4: Prendi in considerazione di iscrivere tuo figlio a programmi avanzati per argomenti che ritiene interessanti.

Se tuo figlio odia fare i suoi compiti di inglese, ma passa ore a lavorare su esperimenti scientifici, considera di iscriverlo in un corso scientifico. Se a tuo figlio non piace studiare per i suoi test, ma gli piace la musica, incoraggia il suo sviluppo musicale iscrivendolo a un’orchestra giovanile o assumendo un tutor musicale.

Se chiarisci a tuo figlio che deve mantenere un certo livello di impegno nelle classi “noiose” per continuare ad apprendere ciò che ama, potresti essere in grado di insegnare una sorta di disciplina lavorativa stimolando tuo figlio ad imparare.

#5: Insegna ai tuoi figli a imparare, non solo a studiare.

Incoraggiali a imparare cose nuove ogni giorno, anche se sono piccole cose. Tutto lo studi0 nel mondo non avrà senson se il bambino non capisce cosa significa imparare e non ama l’apprendimento. Mostragli la gioia di imparare e potresti non aver bisogno di costringerlo a studiare.

  • Porta tuo figlio in spazi pubblici che stimoleranno la sua mente. Portalo in un museo aereo e spaziale, un museo di storia naturale, un museo d’arte o un acquario. Portalo in biblioteca, allo zoo o a una commedia. Portalo da qualche parte di cui parlerà ancora dopo una settimana.
  • Trova modi interattivi per il tuo bambino per imparare a casa. Mostragli i documentari, dagli giochi educativi o libri. Fagli domande e insegnagli a interrogare il mondo che lo circonda.

 

#6: Trova modi “divertenti” per studiare.

Usa ldei giochi, una guida di studio personalizzata o delle note appiccicose intorno alla stanza del tuo bambino. Puoi anche incoraggiare tuo figlio a studiare con gli amici via email. Pensa fuori dagli schemi. Forse non è  l’argomento la ragione per cui a tuo figlio non piace studiare, forse è il modo in cui è presentato l’argomento. Prova diversi metodi e modifica il sistema di studi di tuo figlio fino a quando non funziona.

Se tuo figlio vuole studiare in un modo particolare, per renderlo divertente, allora fai proprio questo. Se a lui non importa, o semplicemente non vuole studiare, è comunque bene suggerire idee che potrebbero attirare la sua attenzione.

Related Posts

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR