Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 687

La scherma

La scherma è uno sport eseguito con le armi bianche, ossia sciabola, fioretto e spada e consiste nel colpire l’avversario nei punti del corpo che sono ritenuti validi ai fini dell’assegnazione del punteggio, riuscendo nello stesso tempo a schivare i colpi dell’avversario. In senso etimologico la parola scherma deriva da “schermire”,  verbo che ha come significato l’atto del difendersi. Il termine deriverebbe dal tedesco arcaico “skirmen”, che vuol dire proteggere. L’uso di armi ricorre fin dai tempi più antichi, ma non è facile stabilire una data precisa per l’origine della scherma. Intorno al 1200 a.C. si iniziò a pensare a questa disciplina in termini sportivi. Gli esercizi schermistici si diffusero prima in Grecia, ma senza dubbio il successo di queste pratiche si deve agli antichi Romani, i quali schieravano nelle arene i famosi gladiatori. Dopo la caduta dell’Impero Romano, i gladiatori scomparirono, e durante Medioevo i combattimenti si tenevano con spadoni a due mani, corazze e scudi. Nel XIII secolo la scherma italiana godeva già di grande prestigio come attestano varie fonti del periodo, ma fu il cinquecento il secolo d’oro della scherma italiana, secolo in cui vi fu un proliferare di scuole e di trattati. Durante il 1600 la scuola francese apporta delle modifiche sostanziali a questo sport e nel 1700 vengono introdotte le norme e le regole ancora oggi in uso.  Nei primi anni del ‘900 i paesi che monopolizzarono le competizioni furono l’Italia, la Francia, la Spagna, la Gran Bretagna e l’Olanda. La scherma è lo sport italiano più medagliato alle Olimpiadi.

La scherma sportiva comprende tre armi: fioretto, sciabola e spada.

Le tre armi hanno particolarità differenti, derivanti dai diversi regolamenti e stili di combattimento, ma sono tutte strutturate nel seguente modo:

–      Punta: La parte terminale della lama.

–      Lama: Realizzata in acciaio ed è molto flessibile e resistente, ma diversa in ogni arma.

–      Coccia: Serve per proteggere la mano e al suo interno è imbottita. Anch’essa è diversa in tutte le armi.

–     Impugnatura: È la parte dove si impugna l’arma. Esistono tre tipi di impugnatura: impugnatura anatomica, che è la più usata, perchè si adatta perfettamente alla forma della mano; impugnatura italiana, che ha due anelli dove mettere le dita ed un manico dritto, ma non viene quasi più usata; impugnatura francese, che presenta un manico leggermente curvo nella parte finale ed un pomello molto grosso.

–      Presa di coccia: È la parte della coccia alla quale si collega il passante.

–      Pomello: Parte terminale dell’impugnatura italiana e francese ed è in ferro.

Gli schermidori si affrontano in assalti in cui uno dei due deve piazzare un certo numero di stoccate entro un tempo predeterminato, a seconda della formula di gara adottata. Qualora nessuno dei due contendenti arrivi al numero massimo di stoccate entro il tempo stabilito, vince chi si trova in vantaggio allo scadere del tempo; ma se entrambi gli schermidori si trovano in parità, nel fioretto e nella sciabola si procede fino a che uno non abbia piazzato la stoccata decisiva, mentre nella spada viene assegnata la sconfitta comune, tranne che negli assalti a eliminazione diretta. Il terreno di gara si chiama “pedana”, la quale ha un anima di legno, ed è rivestita di rame o alluminio e misura di lunghezza 14m e 2m di larghezza. Se si esce dalla pedana si viene dichiarati colpiti, e l’avversario riceve un punto. All’inizio dell’assalto i due schermidori si trovano ad una distanza di circa 4m.

Il Fioretto

Il fioretto è l’arma principale della scherma, può colpire solo di punta ed è quella che viene insegnata ai più piccoli, perché è più indicate delle altre per imparare gli elementi di base. Il bersaglio valido del fioretto è costituito dal tronco ad esclusione di braccia, gambe e testa, il quale è coperto da un giubbetto conduttivo di tessuto laminato. Il bersaglio valido può essere colpito solo con la punta dell’arma, che ha sulla sommità un bottone sostenuto da una molla. Il giubbetto e il fioretto sono collegati tramite un cavo a un apparecchio che segnala, con suono e luci di diverso colore, solitamente rosso o verde per il bersaglio valido e giallo o bianco per il bersaglio non valido, l’impatto della punta del fioretto sull’avversario. Il cavo conduttore viene infilato, attraverso la manica della mano armata, all’interno della divisa dello schermitore: per questo motivo è detto “passante”. A seconda del colore della luce l’arbitro può stabilire se lo schermitore ha toccato l’avversario in bersaglio valido o non valido.

La sciabola

La sciabola è la sola arma che può colpire di taglio, controtaglio e punta. Per segnalare le stoccate il tronco e le braccia sono ricoperte da uno speciale giubbetto elettrico appositamente studiato per la sciabola, l’avambraccio è coperto da un manicotto elettrico e la testa è protetta dalla maschera, che si differenzia dalla maschera per fioretto e spada perché è completamente elettrificata. A differenza del fioretto, se viene toccato il bersaglio non valido, l’apparecchio segnalatore non segnala la stoccata.

La spada

La spada, come il fioretto, può colpire solo di punta e il suo bersaglio comprende tutto il corpo, dalla testa ai piedi.  Il primo che tocca l’avversario si aggiudica il punto; se ci si colpisce contemporaneamente entro un venticinquesimo di secondo il punto viene assegnato ad entrambi e si ottiene un “colpo doppio”. Nella spada ogni stoccata che arriva a bersaglio dà diritto ad un punto, senza che sull’esito pratico dell’azione schermistica si sovrapponga il giudizio dell’arbitro. L’arbitro è dotato di tre cartellini colorati: il giallo per segnalare un comportamento scorretto, il rosso per dare un punto all’avversario dello schermidore che ha subito la sanzione e il nero per la squalifica dello schermidore.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/piubenessere.it/public_html/wp-content/plugins/adrotate-pro/adrotate-output.php on line 648