Perché praticare il T’ai Chi Ch’uan?

I caratteri cinesi per Tai Chi Chuan possono essere tradotti come “Ultima Forza Suprema”. Tale nozione è spesso associata con il concetto cinese di yin-yang, ossia la dualità dinamica (maschile/femminile, attivo/passivo, oscurità/luce, forte/debole etc) di tutte le cose. “Forza” (o, letteralmente “pugno”) è considerato il modo o la via per raggiungere questo Yin-Yang, o la “suprema-ultima” disciplina.

Il Tai Chi, per come viene praticato in Occidente oggi, può forse essere considerato come una combinazione di yoga e meditazione. Esistono svariate forme che consistono in sequenze di movimenti. Molti di questi movimenti originariamente derivano dalle arti marziali (e forse primordialmente,dai movimenti naturali di animali e uccelli) anche se nel Tai Chi vengono eseguiti lentamente e graziosamente con morbide transizioni tra i movimenti.

Per molti, l’obiettivo della pratica non è in primo luogo marziale, ma è un esercizio di meditazione per il corpo. Per altri, gli aspetti di combattimento del Tai Chi, sono di rilevante interesse.

Nella filosofia e medicina cinese esiste il concetto del “chi”, ossia la forza vitale che anima il corpo. Uno degli obiettivi dichiarati del Tai Chi è promuovere la circolazione del “chi” nel corpo rinforzando in questo modo la salute e la vitalità della persona.

Un altro obiettivo del Tai Chi è calmare la mente portando l’attenzione alla precisa esecuzione degli esercizi. Praticando, migliorano le proprie caratteristiche di equilibrio, allineamento, controllo muscolare e motorio, ritmo di movimenti, principio del movimento dal centro vitale corporeo, e così via.

Per tutto questo, la pratica del Tai Chi può in grande misura contribuire a migliorare il proprio vivere, camminare, muoversi, correre etc, come anche nelle sfere più ampie della vita.

Molti praticanti notano benefici nella propria postura e nella prevenzione degli infortuni. In più, la natura meditative degli esercizi offre effetti calmanti e rilassanti.

Praticando il Tai Chi, si praticano le arti  marziali, avendo esso radici in tali arti. Si offre, quindi, l’opportunità di applicare alcuni degli aspetti marziali in una specie di “combattimento lento”.

Gli esercizi pratici del Tai Chi sono anche posizionati nel contesto filosofico più ampio del Taoismo, ossia la riflettente e mistica tradizione cinese inizialmente associata a Lao Tzu, contemporaneo del Confucio. Come filosofia, il Taoismo ha diversi elementi, ma fondamentalmente sposa le calma, la visione riflessiva e mistica del mondo immerso nella bellezza e tranquillità della natura.

In più, per i praticanti orientali, c’è un collegamento profondo con I Ching, il sistema cinese della divinazione.

Leave a Reply

Impostazioni della Privacy
NomeAbilitato
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Google Analytics
Monitoriamo in forma anonimizzata le informazioni dell'utente per migliorare il nostro sito web.
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Puoi accettare o rifiutare la richiesta in conformità della legge europea GDPR